21 luglio 2006

Condivisione delle informazioni e decentramento decisionale

Condivisione delle informazioni e decentramento decisionale: questo è il futuro per la gestione della logistica aziendale che consentirà alle realtà produttive del Friuli Venezia Giulia di ottimizzare l’organizzazione e le proprie risorse. Lo sostiene Alberto Felice De Toni, Professore Ordinario di Strategia e gestione della produzione e di Gestione dei sistemi complessi presso l’Università di Udine, presidente del corso di laurea di Ingegneria Gestionale e direttore del Complexity Management Research Programme che ha preso parte al convegno che si è svolto al Parco scientifico e tecnologico “Luigi Danieli” del capoluogo friulano. L’incontro - organizzato da Beantech, Satel Group e Tecnest - aveva come tema centrale l’azienda nel contesto competitivo del “supply network” ed è stato il pretesto per approfondire vari temi tra i quali anche appunto quello legato alla logistica integrata. “Ci sono tre modelli di riferimento – ha detto De Toni nel corso della relazione –. Il primo è caratterizzato dal fatto che ogni anello ottimizza se stesso, il secondo punta sulla gestione centralizzata mentre il terzo offre condivisione delle informazioni e decentramento decisionale. Ed è proprio quest’ultimo la chiave per la svolta delle realtà produttive della regione ma anche di tutto il resto dell’Italia”. Il terzo modello infatti garantisce trasparenza in tutti i passaggi della filiera e consente di ottimizzare tempi, costi e risorse proprio perché mira ad un’organizzazione che ricerca il dettaglio. “Il problema però – aggiunge De Toni – è che sono ancora poche le aziende friulane che puntano sulla trasparenza della filiera logistica. Il possesso delle informazioni, infatti, è considerato ancora potere negoziale al quale non si vuole rinunciare. Ma è ora di cambiare per dare un servizio di alta qualità e di alta prestazione”. Ed è proprio su questo piano che si può collocare il progetto “Everywhere”, nato dalla sinergia di tre aziende – Beantech, Satel Group e Tecnest – che hanno deciso di unire le forze per integrare le varie specializzazioni ed offrire un’offerta completa al cliente che ha bisogno della logistica integrata. “L’azienda – precisa Fabiano Benedetti della Beantech – non può più utlizzare soltanto il sistema informativo interno ma deve aprirsi ai partners per abbattere i costi, gestire in modo migliore i fornitori, garantire una qualità più alta del servizio. Così si potranno controllare tutti i passaggi della filiera”. Per questo Beantech, in particolare, fornisce soluzioni informatiche per la logistica e la tracciabilità, completando la propria offerta con servizi informatici complementari quali la consulenza, l’assistenza e la formazione; nonostante sia un' impresa giovane e di recente costituzione, Beantech ha subito intuito che alla base della competitività e del successo delle imprese e più in generale alla base del progresso della società e dell'economia, c'è l' innovazione, lo sviluppo tecnologico e la qualità.
Al convegno hanno preso parte anche Fabio Pettarin, Fabio Candussio, Giuseppe Carignani e Alessio Todon della Tecnest, Fabio De Cesco della Beantech, Nicoletta Bellon della Pac Service e la consulente di finanza agevolata Lucilla Lanciotti.

20 luglio 2006

NASCE IL PROGETTO EVERYWHERE

NASCE IL PROGETTO EVERYWHERE, IL PRIMO A CARATTERE MULTIAZIENDALE PRESENTATO IN FRIULI VENEZIA GIULIA

Un contributo regionale di 500 mila euro servirà a finanziare parte della attività nel corso di un biennio

“Everywhere” è un progetto presentato di recente all’Assindustria di Udine ed è pensato per la gestione integrata della logistica. Si tratta di un progetto che viene portato avanti da un team di aziende specializzate nella fornitura di soluzioni per la logistica e la gestione della cosiddetta “Supply Chain”. Beantech (logistica distributiva), Tecnest (logistica di magazzino) e Satel (Supply Chain), infatti, hanno deciso di integrare le proprie competenze per fornire risposte complete ed innovative a questo tipo di problematiche. “Everywhere”, primo progetto multiaziendale presentato in Friuli Venezia Giulia, gode di un finanziamento regionale (legge regionale n. 4/2005) di 500 mila euro che servirà a sostenere parte della ricerca per il prossimo biennio anche se il costo complessivo si aggira intorno al milione di euro. Il risultato? Una gamma di servizi innovativi per affrontare in modo sinergico la gestione della domanda del cliente, la programmazione delle attività produttive, l’approvvigionamento dei materiali, l’acquisizione dei dati e il monitoraggio dei reparti, la logistica del magazzino e la tracciabilità. E poi ancora la schedulazione delle spedizioni e l’ottimizzazione dei piani di carico.


www.beantech.it
www.satelgroup.net
www.tecnest.it