21 luglio 2006

Condivisione delle informazioni e decentramento decisionale

Condivisione delle informazioni e decentramento decisionale: questo è il futuro per la gestione della logistica aziendale che consentirà alle realtà produttive del Friuli Venezia Giulia di ottimizzare l’organizzazione e le proprie risorse. Lo sostiene Alberto Felice De Toni, Professore Ordinario di Strategia e gestione della produzione e di Gestione dei sistemi complessi presso l’Università di Udine, presidente del corso di laurea di Ingegneria Gestionale e direttore del Complexity Management Research Programme che ha preso parte al convegno che si è svolto al Parco scientifico e tecnologico “Luigi Danieli” del capoluogo friulano. L’incontro - organizzato da Beantech, Satel Group e Tecnest - aveva come tema centrale l’azienda nel contesto competitivo del “supply network” ed è stato il pretesto per approfondire vari temi tra i quali anche appunto quello legato alla logistica integrata. “Ci sono tre modelli di riferimento – ha detto De Toni nel corso della relazione –. Il primo è caratterizzato dal fatto che ogni anello ottimizza se stesso, il secondo punta sulla gestione centralizzata mentre il terzo offre condivisione delle informazioni e decentramento decisionale. Ed è proprio quest’ultimo la chiave per la svolta delle realtà produttive della regione ma anche di tutto il resto dell’Italia”. Il terzo modello infatti garantisce trasparenza in tutti i passaggi della filiera e consente di ottimizzare tempi, costi e risorse proprio perché mira ad un’organizzazione che ricerca il dettaglio. “Il problema però – aggiunge De Toni – è che sono ancora poche le aziende friulane che puntano sulla trasparenza della filiera logistica. Il possesso delle informazioni, infatti, è considerato ancora potere negoziale al quale non si vuole rinunciare. Ma è ora di cambiare per dare un servizio di alta qualità e di alta prestazione”. Ed è proprio su questo piano che si può collocare il progetto “Everywhere”, nato dalla sinergia di tre aziende – Beantech, Satel Group e Tecnest – che hanno deciso di unire le forze per integrare le varie specializzazioni ed offrire un’offerta completa al cliente che ha bisogno della logistica integrata. “L’azienda – precisa Fabiano Benedetti della Beantech – non può più utlizzare soltanto il sistema informativo interno ma deve aprirsi ai partners per abbattere i costi, gestire in modo migliore i fornitori, garantire una qualità più alta del servizio. Così si potranno controllare tutti i passaggi della filiera”. Per questo Beantech, in particolare, fornisce soluzioni informatiche per la logistica e la tracciabilità, completando la propria offerta con servizi informatici complementari quali la consulenza, l’assistenza e la formazione; nonostante sia un' impresa giovane e di recente costituzione, Beantech ha subito intuito che alla base della competitività e del successo delle imprese e più in generale alla base del progresso della società e dell'economia, c'è l' innovazione, lo sviluppo tecnologico e la qualità.
Al convegno hanno preso parte anche Fabio Pettarin, Fabio Candussio, Giuseppe Carignani e Alessio Todon della Tecnest, Fabio De Cesco della Beantech, Nicoletta Bellon della Pac Service e la consulente di finanza agevolata Lucilla Lanciotti.

Nessun commento: