22 maggio 2009

NUOTO: GORIZIA RINNOVA IL SUO APPUNTAMENTO CON IL “TROFEO DELL’EST"”


La manifestazione di fama internazionale organizzata dall’A.S.D. GORIZIA NUOTO è giunta alla sua 19 a edizione

Si riaccendono i riflettori sul prestigioso trofeo dall’organizzazione tutta goriziana: DOMENICA 7 GIUGNO 2009 la piscina olimpionica scoperta di via Capodistria 8 ospiterà la 19° edizione del “TROFEO DELL’EST”.

Le gare avranno inizio alle ore 9.45 con la sessione mattutina e alle ore 15.00 con la sessione pomeridiana. Una rosa di squadre provenienti da tutta Italia e da Paesi quali Slovenia, Croazia, Ungheria e Austria: un mix di nazionalità per una giornata all’insegna della sportività e dello spettacolo risultato di una preparazione minuziosa da parte dell’Associazione Sportiva Gorizia Nuoto, promotrice dell’iniziativa. Speaker ufficiale della manifestazione sarà LUCA RASI, docente F.I.N nonché “voce” ufficiale degli eventi della Federazione.

Per i partecipanti, il trofeo rappresenta un irrinunciabile preludio ai mondiali di Roma: un’occasione di pregustare lo spirito competitivo della più grande manifestazione natatoria internazionale. Anche quest’anno, giovani promesse e grandi del nuoto gareggeranno insieme per aggiudicarsi il trofeo. Non mancheranno quindi i nomi celebri. Saranno infatti sicuramente presenti il campione europeo nei 50 e 100 metri farfalla Evgeny Korotyshkin (Russia); il finalista alle ultime olimpiadi di Pechino Matias Markic e il collega Emil Tahirovic, entrambi campioni nazionali sloveni; gli italiani Cristina Chiuso, campionessa nei 50 metri stile libero, il detentore del record nei 50 metri dorso Mirco Di Tora e il neo primatista italiano e detentore del titolo nei 50 metri farfalla Paolo Facchinelli.

L’evento ogni anno porta a Gorizia non solo addetti ai lavori, ma anche grandi appassionati di nuoto della regione e di oltreconfine. Il pubblico avrà LIBERO ACCESSO all’impianto e potrà seguire la competizione dalle tribune che costeggiano la piscina olimpionica. Ci sarà inoltre la possibilità di cogliere tutti i momenti più importanti delle gare grazie al MAXI SCHERMO posizionato a bordo vasca. A far da cornice alla manifestazione, una zona break con chiosco e uno stand con prodotti O’keo.

21 maggio 2009

HUMUS PARK E' ANCHE UN LIBRO



Humus Park si conferma come manifestazione di alto livello, che l’amministrazione vuole mantenere anche in futuro con cadenza biennale. Questo il messaggio del sindaco Sergio Bolzonello in occasione della presentazione del libro, edito dallo stesso Comune di Pordenone, che documenta il lavoro svolto lo scorso maggio dai trenta artisti di Land Art provenienti da tutto il mondo nel Parco del Seminario. Un luogo che la Curia e il Seminario Diocesano hanno voluto affidare in comodato per 38 anni all’Amministrazione Comunale affinché la città potesse fruirne al meglio. La valorizzazione del parco non si è però limitata alla piantumazione di alberi e alla collocazione di panchine, ma grazie agli artisti Gabriele Meneguzzi e Vincenzo Sponga, cui è stata affidata la direzione artistica del meeting, è passata attraverso l’arte.
Partendo dunque da due talenti “nostrani”, già vincitori di prestigiosi premi in Italia ed Europa, il parco è stato immediatamente proiettato in una dimensione di respiro internazionale, che ha comportato un notevole sforzo organizzativo da parte dell’Ufficio Cultura – sostenuto economicamente anche da Provincia, Regione, FriulAdria e Fondazione Crup - ben ripagato dalla risonanza ottenuta dall’evento e dagli apprezzamenti ricevuti.
Ma come fissare, restituendolo alla contemplazione la poesia effimera di opere fatte di fieno, rami, sassi, acqua e vento? Con la fotografia che - come sottolineato nel suo intervento dal docente di fenomenologia delle arti Riccardo Caldura - amplifica e potenzia lo sguardo, raddoppia il segno accrescendo la comprensione. Gli scatti del professor Guido Cecere e dei suoi studenti all’Accademia di Belle Arti di Venezia hanno colto la magia dell’atto creativo e l’armonioso inserirsi nell’ambiente delle opere finite: raccontano di mani al lavoro che intrecciano rami, ricamano con fili d’erba, scavano la terra e ci restituiscono il respiro di spazi emozionali che travalicano la normale intelligenza visiva. Questo è quanto è racchiuso nel prezioso libro, curato nel design dallo studio DM+B&Associati, e quanto si può scoprire nella mostra, arricchita dalle installazioni di Sponga e Meneguzzi, allestita negli spazi espositivi di via Bertossi fino al 24 maggio (da giovedì a domenica dalle 16 alle 19.
Gli Amici della Cultura su richiesta condurranno anche visite guidate. Info e prenotazioni: 0434-392916, attivitaculturali@comune.pordenone.it, www.comune.pordenone.it/landart.

20 maggio 2009

L’arte di Cantine Aperte

30-31 maggio 2009

In occasione di Cantine Aperte il Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia propone agli appassionati una tre giorni raffinata, all'insegna dei piaceri enogastronomici di un territorio spettacolare, dove l'arte diventa un' esclusiva occasione per avvicinarsi al genio di due grandi pittori come Tiepolo e Zigaina.

Sabato 30 e domenica 31 maggio si rinnova il tradizionale appuntamento con Cantine Aperte, un week-end tutto dedicato agli eno-appassionati e organizzato per il diciassettesimo anno consecutivo dal Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia. Oltre 110 cantine associate apriranno le loro porte per visite e degustazioni di vino e prodotti gastronomici in un'atmosfera seducente e conviviale.
L'attesissimo evento rappresenta da sempre un immancabile appuntamento per gli appassionati, dove il vino resta il grande protagonista che accompagna alla scoperta della regione Friuli Venezia Giulia e dove la cantina diventa il luogo di scambio e di confronto tra i vignaioli ed il crescente numero di visitatori. Con questo spirito, caratterizzato da un’accoglienza squisitamente friulana, il Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia invita in regione i Wine Lovers conducendoli personalmente per cantine e lungo percorsi artistici di altissimo valore culturale. 
La regione vanta infatti un patrimonio inestimabile e molto articolato, che il Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia desidera far apprezzare attraverso un percorso che parte dal mondo “classico” del Tiepolo, prosegue con l’orgoglio contemporaneo di Zigaina – artista friulano noto in tutto il mondo – e termina nella quotidianità dei mastri artigiani che oggi animano le attività produttive più significative del Friuli, mantenendo vive le tradizioni e la sapienza artigianale che ne è propria.
Con base presso le molteplici “Cantine del Buon Dormire”, gli enoturisti potranno visitare il Friuli Venezia Giulia assaporando pienamente quella presenza artistica tanto significativa e caratterizzante che ha fatto guadagnare a Udine l’appellativo di “città del Tiepolo”. Proprio nelle giornate di Cantine Aperte infatti, il capoluogo del Friuli Centrale festeggerà le “Giornate del Tiepolo” con iniziative culturali, piece teatrali e mostre d’arte a lui dedicate.
Lunedì, inoltre, le porte della magnifica Villa Manin apriranno esclusivamente in occasione di Cantine Aperte, offrendo la possibilità, in via del tutto eccezionale, di visitare la mostra “Zigaina: Opere 1942- 2009”. Il Movimento Turismo del Vino è lieto di rendere così omaggio a Giuseppe Zigaina, nato in Friuli e considerato uno dei più importanti e significativi pittori italiani del Novecento.
Artigiani e mastri saranno presenti a Cantine Aperte domenica 31 maggio nelle cantine di ogni provincia, grazie ad una collaborazione attivata con Confartigianato Fvg, così da poter offrire al pubblico uno spaccato della produzione locale che ben si sposa alla realtà dei nostri viticoltori.
Il week end sarà interamente dedicato ad un ciclo di rilassanti e gustose esperienze sensoriali, tra le quali spicca l'iniziativa del sabato sera “A cena con il vignaiolo”, occasione per degustare un esclusivo menu composto da piatti della tradizione in abbinamento ai vini autoctoni, in compagnia dello stesso produttore in un'atmosfera indimenticabile.

13 maggio 2009

GUIDARE MEGLIO: CONVEGNO A CODROIPO

Infrastrutture inadeguate, scarsa manutenzione delle strade ma anche poca conoscenza dei propri limiti e insufficiente preparazione alla percezione del pericolo e alla gestione del veicolo a motore. Un insieme di fattori che mettono a rischio l’incolumità di tutti gli utenti della strada ma soprattutto dei neopatentati.
Lo dimostrano le statistiche degli incidenti provocati dai giovani che si mettono al volante di auto o in sella a motociclette che non sanno gestire, in stato di alterazione psicofisica, su strade e autostrade mal progettate e disseminate di infrastrutture pericolose.
Per porre fine alle stragi che ogni settimana insanguinano le nostre strade distruggendo intere vite e famiglie, generando gravi perdite alla società e ingenti spese sanitarie allo Stato, è necessario progettare strade più sicure, applicare i limiti di velocità ed effettuare controlli sulle condizioni fisiche e psicologiche degli utenti. Non solo. È indispensabile formare gli utenti della strada fin dalla loro adolescenza, in modo adeguato alle mutate condizioni del traffico e alle nuove tecnologie proposte dal mercato, attraverso una nuova concezione dell’insegnamento alla guida che li renda coscienti e responsabili. In altre parole, creare una nuova generazione di utenti a cui insegnare che l’educazione civica insieme con il rispetto delle norme del Codice della strada, tutelano la propria e l’altrui incolumità.
Per sensibilizzare istituzioni, cittadini e media sull’importanza di un’adeguata preparazione dalla guida, il Gruppo Motociclisti “A…Manete” dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato di Udine organizza per sabato 16 maggio (ore 9:30) nel teatro comunale di Codroipo il 2° convegno nazionale “Portiamo la strada nella scuola, prima che la strada diventi la scuola”.
Al convegno interverranno:
MARCO GUIDARINI, medico traumatologo e presidente dell’Associazione Motociclisti Incolumi
ROBERTO RONCHI, caporedattore della rivista Motosprint
MAX DORFER, presidente dell’Ordine degli Psicologi della Provincia di Bolzano
PAOLO PASCOLO, rappresentante governativo European Enhanced Vehicle-safety Committee
MORENO PERSELLO, editore e direttore della rivista Bikers Life
MARIO FORNERIS, segretario nazionale Unione Nazionale Autoscuole Studi Consulenza Automobilistica
ROBERTO SGALLA, direttore al Dipartimento di Pubblica Sicurezza per i servizi di Polizia Stradale
“L’elevato numero di incidenti registrato ogni anno nel nostro Paese dipende dall’inadeguata progettazione e dalla scarsa manutenzione delle strade, ma anche dall’incapacità degli utenti di gestire il veicolo a motore a causa di una preparazione insufficiente alla percezione del pericolo>> afferma l’Ispettore Capo della Polizia di Stato Maurizio Vanin, responsabile del Gruppo Motociclisti dell’ANPS di Udine. <>.
Il convegno è una delle iniziative in programma a Codroipo (Ud) il 16 maggio 2009, giornata di apertura del 3° Motoraduno Nazionale DoppiaVela che proseguirà a Senigallia (An) il 22-23-24 maggio 2009.
Nel pomeriggio del 16 maggio, nella piazza Garibaldi di Codroipo (Ud), sosterrà il bus “Orizzonti” dell’Agenzia Orizzonti Eventi di Renato Zocchi, personalizzato e allestito per contenere fino a sette postazioni tra simulatori moto ed auto, progettati per prevenire i rischi legati alla guida su strada. Questi simulatori sono in grado di riprodurre le più precarie situazioni di guida in differenti condizioni climatiche grazie alla tecnologia virtuale che ricrea molteplici scenari (guida in città, campagna, autostrada guida notturna, diurna, in caso di pioggia, nebbia, ghiaccio ed altro) permettendo all’utilizzatore di sperimentare numerose realtà e di apprezzare la propria destrezza durante una guida resa emozionante anche dagli effetti sonori e dalla grafica sofisticata. In particolare, il simulatore "Simuscooter" è dotato di comandi uguali a quelli delle moto, quali acceleratore, freno, frizione e cambio e consente di acquisire una maggiore dimestichezza nella guida del ciclomotore. Costituisce un valido corso di guida anche per i ragazzi di età inferiore a 14 anni.
Nella stessa piazza si terrà l'esposizione di veicoli delle varie specialità della Polizia di Stato, la promozione della donazione del sangue con la partecipazione della sezione udinese dell’Associazione Friulana Donatori di Sangue della Polizia di Stato e uno stand dell'Associazione Nazionale della Polizia di Stato per la raccolta di fondi a favore delle popolazioni dell'Abruzzo.
Sempre sabato, alle 18, al Teatro Comunale Benois De Cecco l’Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Udine e il suo gruppo Gruppo Motociclisti, impegnati a portare la propria esperienza e professionalità nelle scuole attraverso corsi di educazione stradale per i giovani (in particolare per chi deve sostenere l’esame per il patentino di guida dei ciclomotori) vuole diffondere il proprio messaggio sulla sicurezza stradale anche attraverso un momento di allegria. È in programma uno spettacolo teatrale, allestito dalla Compagnia Teatrale Friulana “I Trigeminus” che presenterà il nuovo spettacolo di cabaret “S.O.S.” in cui saranno rappresentate le piece “L’alcolvelox”, “La 626” e “Casa shok” sul tema della sicurezza in strada, sui luoghi di lavoro e in casa. Parte del ricavato sarà devoluto ai terremotati dell’Abruzzo.

11 maggio 2009

IL GIRO DELLA SOLIDARIETA'

La solidarietà fa tappa a Udine. La protagonista è Intervita Onlus, la Ong che ha legato il suo nome al Giro d’Italia del Centenario e che, in occasione della terza tappa di lunedì 11 maggio, che passa da Udine e termina a Valdobbiadene, lancia un appello per sostenere le popolazioni del Sud del mondo. Dal 9 al 31 maggio, infatti, sarà possibile inviare un sms solidale al numero 48589 che avrà valore di 1 € per l’invio da cellulari TIM, Vodafone, Wind, Tre e di 2 € se inviato da rete fissa Telecom. Con un semplice gesto e una spesa minima si diventerà partner di Intervita nel suo impegno a fianco dei 2.980 bambine e bambini della Repubblica Democratica del Congo. Vittime di terribili violenze e spesso costretti a combattere, oggi a questi bambini sono garantiti cibo, cure mediche e istruzione, affinché possano farsi parte attiva nella costruzione di un futuro di pace.
L’obiettivo di Intervita è di affiancare al Giro d’Italia un’ideale Giro per i Diritti dei Bambini. A ogni tappa, infatti, Intervita sarà presente con un box informativo per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di assicurare a tutti i bambini, anche nelle comunità più povere del pianeta, acqua, cibo, salute e istruzione per garantire gli strumenti fondamentali per costruire un mondo migliore e più giusto. In particolare, Intervita invita tutti gli sportivi, ma non solo, a una sfida di generosità per aiutare i bambini ex soldato della Repubblica Democratica del Congo. Qui, il più temibile degli spettri, una guerra decennale, ha messo in ginocchio una popolazione di milioni di persone e ha inflitto ai bambini violenze terribili come la costrizione a diventare soldati.
In Congo Intervita è presente a fianco della ginecologa e ostetrica Colette Kitoga. Laureata in Italia, ha scelto di tornare nel suo Paese per dedicarsi interamente alla cura dei bambini e delle madri in condizioni di povertà. Ancora prima della guerra ha creato l’Associazione Mater Misericordia per l’accoglienza dei bambini abbandonati. Il centro di Mwenga è diventato un punto di riferimento per l’intera popolazione che vi si rivolge per ricevere assistenza medica e aiuto. Qui sono accolti bambini ex soldato, orfani, bambine e donne che hanno subito violenza, cui viene fornita assistenza sanitaria, alimentare e psicologica.
Sostenere Intervita è semplice: basta accedere al sito www.intervita.it e seguire le indicazioni per donare (tramite versamento postale, bonifico bancario, carta di credito o RID) oppure chiamare il numero 848 883388.

6 maggio 2009

GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI: SEMINARIO GRATUITO A UDINE

Secondo ciclo per i seminari divulgativi regionali promossi dall’OIGA - Osservatorio per l'Imprenditorialità Giovanile in Agricoltura. Il prossimo appuntamento dal titolo “GIOVANI IMPRENDITORI IN AGRICOLTURA: il panorama delle opportunità” è fissato per il 14 maggio a Udine, presso l’Hotel Astoria Udine, in piazza XX Settembre 24, dalle 9.30 alle 13.30.

Il seminario, organizzato in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Regione, Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare) e Invitalia (Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa), è completamente gratuito ed è rivolto agli operatori del settore, agricoltori, imprenditori, professionisti, tecnici e a quanti fossero interessati a intraprendere un’attività o volessero informarsi e aggiornarsi sulle opportunità e sulle ultime novità.

Nel corso dell’incontro, rappresentanti del Mipaaf, di Ismea e di Invitalia affronteranno tematiche di primaria importanza per i giovani imprenditori agricoli, come: le strategie in favore dell'insediamento, la permanenza e lo sviluppo delle aziende giovani; i finanziamenti regionali per lo sviluppo dell'impresa agricola; gli incentivi previsti dal D.Lgs. 185/2000 a favore dell'autoimprenditorialità e del subentro in agricoltura; la questione fondiaria, il credito, la formazione, la ricerca applicata e le politiche di filiera; le assicurazioni agricole come strumento di copertura di rischi ed emergenze per l'agricoltura; le aziende biologiche ed il loro ambiente operativo; la competitività del settore agricolo italiano e le sue peculiarità nel mercato globalizzato.

Udine è la sesta tappa di questo nuovo ciclo di incontri che prevede altri otto appuntamenti in altrettante città italiane (Genova, Matera, Perugia, Campobasso, Trento, Salerno, Ancona, Pescara) e che si concluderà a giugno, nella Capitale, con una manifestazione fieristica in Via dei Fori Imperiali.

Il calendario completo con le date e le location è disponibile sul sito www.oigamipaf.it

Per informazioni e prenotazioni contattare la segreteria organizzativa:Seminari OIGA
Numero Verde: 800-943242 - Fax: 06-233298181 e-mail: info@dge.it