13 maggio 2009

GUIDARE MEGLIO: CONVEGNO A CODROIPO

Infrastrutture inadeguate, scarsa manutenzione delle strade ma anche poca conoscenza dei propri limiti e insufficiente preparazione alla percezione del pericolo e alla gestione del veicolo a motore. Un insieme di fattori che mettono a rischio l’incolumità di tutti gli utenti della strada ma soprattutto dei neopatentati.
Lo dimostrano le statistiche degli incidenti provocati dai giovani che si mettono al volante di auto o in sella a motociclette che non sanno gestire, in stato di alterazione psicofisica, su strade e autostrade mal progettate e disseminate di infrastrutture pericolose.
Per porre fine alle stragi che ogni settimana insanguinano le nostre strade distruggendo intere vite e famiglie, generando gravi perdite alla società e ingenti spese sanitarie allo Stato, è necessario progettare strade più sicure, applicare i limiti di velocità ed effettuare controlli sulle condizioni fisiche e psicologiche degli utenti. Non solo. È indispensabile formare gli utenti della strada fin dalla loro adolescenza, in modo adeguato alle mutate condizioni del traffico e alle nuove tecnologie proposte dal mercato, attraverso una nuova concezione dell’insegnamento alla guida che li renda coscienti e responsabili. In altre parole, creare una nuova generazione di utenti a cui insegnare che l’educazione civica insieme con il rispetto delle norme del Codice della strada, tutelano la propria e l’altrui incolumità.
Per sensibilizzare istituzioni, cittadini e media sull’importanza di un’adeguata preparazione dalla guida, il Gruppo Motociclisti “A…Manete” dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato di Udine organizza per sabato 16 maggio (ore 9:30) nel teatro comunale di Codroipo il 2° convegno nazionale “Portiamo la strada nella scuola, prima che la strada diventi la scuola”.
Al convegno interverranno:
MARCO GUIDARINI, medico traumatologo e presidente dell’Associazione Motociclisti Incolumi
ROBERTO RONCHI, caporedattore della rivista Motosprint
MAX DORFER, presidente dell’Ordine degli Psicologi della Provincia di Bolzano
PAOLO PASCOLO, rappresentante governativo European Enhanced Vehicle-safety Committee
MORENO PERSELLO, editore e direttore della rivista Bikers Life
MARIO FORNERIS, segretario nazionale Unione Nazionale Autoscuole Studi Consulenza Automobilistica
ROBERTO SGALLA, direttore al Dipartimento di Pubblica Sicurezza per i servizi di Polizia Stradale
“L’elevato numero di incidenti registrato ogni anno nel nostro Paese dipende dall’inadeguata progettazione e dalla scarsa manutenzione delle strade, ma anche dall’incapacità degli utenti di gestire il veicolo a motore a causa di una preparazione insufficiente alla percezione del pericolo>> afferma l’Ispettore Capo della Polizia di Stato Maurizio Vanin, responsabile del Gruppo Motociclisti dell’ANPS di Udine. <>.
Il convegno è una delle iniziative in programma a Codroipo (Ud) il 16 maggio 2009, giornata di apertura del 3° Motoraduno Nazionale DoppiaVela che proseguirà a Senigallia (An) il 22-23-24 maggio 2009.
Nel pomeriggio del 16 maggio, nella piazza Garibaldi di Codroipo (Ud), sosterrà il bus “Orizzonti” dell’Agenzia Orizzonti Eventi di Renato Zocchi, personalizzato e allestito per contenere fino a sette postazioni tra simulatori moto ed auto, progettati per prevenire i rischi legati alla guida su strada. Questi simulatori sono in grado di riprodurre le più precarie situazioni di guida in differenti condizioni climatiche grazie alla tecnologia virtuale che ricrea molteplici scenari (guida in città, campagna, autostrada guida notturna, diurna, in caso di pioggia, nebbia, ghiaccio ed altro) permettendo all’utilizzatore di sperimentare numerose realtà e di apprezzare la propria destrezza durante una guida resa emozionante anche dagli effetti sonori e dalla grafica sofisticata. In particolare, il simulatore "Simuscooter" è dotato di comandi uguali a quelli delle moto, quali acceleratore, freno, frizione e cambio e consente di acquisire una maggiore dimestichezza nella guida del ciclomotore. Costituisce un valido corso di guida anche per i ragazzi di età inferiore a 14 anni.
Nella stessa piazza si terrà l'esposizione di veicoli delle varie specialità della Polizia di Stato, la promozione della donazione del sangue con la partecipazione della sezione udinese dell’Associazione Friulana Donatori di Sangue della Polizia di Stato e uno stand dell'Associazione Nazionale della Polizia di Stato per la raccolta di fondi a favore delle popolazioni dell'Abruzzo.
Sempre sabato, alle 18, al Teatro Comunale Benois De Cecco l’Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Udine e il suo gruppo Gruppo Motociclisti, impegnati a portare la propria esperienza e professionalità nelle scuole attraverso corsi di educazione stradale per i giovani (in particolare per chi deve sostenere l’esame per il patentino di guida dei ciclomotori) vuole diffondere il proprio messaggio sulla sicurezza stradale anche attraverso un momento di allegria. È in programma uno spettacolo teatrale, allestito dalla Compagnia Teatrale Friulana “I Trigeminus” che presenterà il nuovo spettacolo di cabaret “S.O.S.” in cui saranno rappresentate le piece “L’alcolvelox”, “La 626” e “Casa shok” sul tema della sicurezza in strada, sui luoghi di lavoro e in casa. Parte del ricavato sarà devoluto ai terremotati dell’Abruzzo.

Nessun commento: