28 luglio 2009

IL JAZZ DI DUKE ELLINGTON


Mercoledì 29 luglio, alle 21 nel Convento di San Francesco a Pordenone, prende il via il ciclo di “Concerti al Chiostro” a cura dell’Orchestra e Coro San Marco con una serata multimediale tra musica, teatro, immagini e video, dedicata a Duke Ellington, dalle origini alla Such Sweet Thunder.
L’esecuzione dei brani verrà accompagnata dalla voce recitante di Luca Grizzo nelle vesti dell’impresario Irving Mills. Il monologo, così come i brani eseguiti, ripercorrerà la carriera di Duke e della sua orchestra dalle origini al periodo del “Cotton Club” (celebre night club newyorkese dell’epoca del proibizionismo dove l’orchestra fu di casa dal ’27 al ’31), per arrivare, passando dal Festival Jazz di Newport del ‘56, al periodo delle Suite e dei Concerti Sacri. L’Abbey Town Orchestra, diretta da Kyle Gregory, eseguirà alcuni dei brani più significativi dei diversi periodi: “The Shepherd” (dal Secondo Concerto Sacro del 1968), “Black and Tan Fantasy” (tratto dalla colonna sonora del cortometraggio omonimo del 1927), “Rockin' in Rhythm”, Perdido, lo spiritual “Come Sunday” (tratto dalla suite “Black Brown and Beige” del 1947 e reso famoso dall’interpretazione di Mahalia Jackson) fino ad arrivare all’esecuzione completa della Such Sweet Thunder.
Questa suggestiva Suite composta nel 1957 ispirandosi all'universo della poetica shakespeariana, concluderà il concerto, rievocando personaggi come Otello, Puck il Folletto, Giulio Cesare, Romeo e Giulietta, Amleto, Lady Macbeth o facendo omaggio alle forme narrative usate da Shakespeare.
L’Abbey Town Jazz Orchestra è nata nel 1998 da un gruppo di 20 giovani musicisti accomunati da una spiccata passione per il jazz, attivando in seguito numerose collaborazioni con musicisti affermati del panorama italiano ed internazionale e partecipando alle principali rassegne jazzistiche del territorio. Dal 2007 l’ATJO è l’orchestra del “Summer Jamboree” a Senigallia.
Kyle Gregory si è laureato in tromba classica e pedagogia della musica sotto la guida di W. Adam e D. Baker, ricevendo nel 1995 il prestigioso Fulbright Grant per le sue ricerche pedagogiche.
Si è esibito con artisti di calibro internazionale e suona stabilmente in numerose formazioni, ha al suo attivo più di trenta registrazioni ed è di prossima pubblicazione il cd “World Downside Up” che contiene una suite di sue composizioni originali per quintetto jazz. L’ingresso è libero.

Nessun commento: