31 agosto 2009

CINEMA E VINO: FELICE CONNUBIO


Sine Sole Cinéma, già casa di produzione cinematografica attiva dal 2005, segna un importante traguardo per il cinema indipendente: quest’anno si amplia e diviene anche casa di distribuzione. È in quest’importante momento che l’azienda vinicola Fiegl coglie l’occasione per accompagnare il lancio nelle sale cinematografiche del film “La Terra nel Sangue”, battezzando con lo stesso nome l’etichetta del “bianco” , prodotto per metà con uve del Collio e per metà con uve del Brda.
Per l'occasione venerdì 11 settembre alle 18, avrà luogo un incontro negli spazi del Kinemax di Gorizia, dove il regista Giovanni Ziberna e l'azienda Fiegl incontreranno la stampa e i cittadini per presentare un comingsoon della pellicola insieme alla nuova etichetta del prezioso vino.
Già importante realtà del cinema indipendente nel territorio, Sine Sole Cinema compie un ulteriore coraggioso passo con la decisione di seguire la distribuzione nazionale di questo interessante film d’autore, emergendo come unica casa cinematografica di produzione e distribuzione italiana in Friuli Venezia Giulia, accompagnata dalla nascita di un uvaggio pensato per l'occasione.
Quasi come un fiume sotterraneo che unisce il territorio italiano e sloveno, questo vino viene a rappresentare al meglio l’abbattimento delle frontiere, facendo confluire culturalmente due terre divise che sempre più vedono scomparire questi confini in un unico paesaggio. L’iniziativa dell’azienda vinicola Fiegl si accorda con lo spirito della Sine Sole Cinema S.r.l. che è quello di creare sinergie non solo tra i territori, ma anche tra le varie culture legati ad essi.
Dopo la presentazione del film “La terra nel Sangue” a Roma lo scorso giugno, ora si attende con trepidazione l’uscita di ottobre nelle sale. In quest’opera del cinema indipendente troviamo un cast eterogeneo, in cui si affiancano personaggi autoctoni a talenti del teatro e del cinema nazionale tra i quali spicca il volto di Sarah Maestri, già conosciuta al grande pubblico per film come Notte prima degli esami, Notte prima degli esami oggi e per aver recitato ne “I cavalieri che fecero l’impresa” di Pupi Avati. Il lungometraggio è stato diretto dal giovane cineasta Giovanni Ziberna, figlio d’arte di un mostro sacro del cinema d’autore come Ermanno Olmi, e prodotto dallo stesso Ziberna assieme a Valeria Baldan e Mattia Vecchi.

Nessun commento: