30 marzo 2010

LE LINGUE DELLA PICCOLA PATRIA


Lis lenghis de Patrie (Le lingue della Patria). Questo il tema di una mostra che sarà inaugurata venerdì 9 aprile (ore 18) nella chiesa di Sant'Antonio Abate a Udine. Il tema è affascinante e completa la mostra La Patria del Friuli 1077-1797 che si tenne nel 2008. E' affascinante poiché si propone di mostrare le peculiarità storiche del friulano, le sue origini, il plurilinguismo di queste terre, l'unicità di un "laboratorio linguistico" praticamente europeo, dal momento che gli elementi che hanno dato origine alle parlate, ai dialetti, con tutte le loro contaminazioni, provengono dai tre grandi gruppi linguistici d'Europa: il germanico, lo slavo e il latino.
Voluta dall'Assessorato alla cultura della Provincia di Udine, la mostra è stata curata da due noti esperti: Gianfranco Ellero e Giuseppe Bergamini. Ne hanno supportato l'impegno la Regione Friuli Vg e la Fondazione Crup.
Scriveva Pasolini, quando cercava di risvegliare da una sorta di torpore culturale queste contrade con la sua "Academiute": "A vegnarà ben il dì che il Friul si inecuarzarà di vei na storia un passat na tradision!... Fevelà Furlan a vòul disi fevelà Latin" (Verrà finalmente il giorno che il Friuli si accorgerà di avere una storia un passato una tradizione!... Parlare Friulano vuol dire parlare Latino). Questa mostra, che si concluderà il 16 maggio, sta anche a dimostrare che il Friuli, oggi più che mai, deve continuare ad "accorgersi" di avere queste peculiarità da custodire, diffondere, valorizzare.
La mostra si visita gratuitamente con i seguenti orari: 10-12:30 / 16:30-19. Visite guidate gratuite ogni sabato alle 10:30. Lunedì chiuso. Per informazioni: 0432-279440.

Nessun commento: