30 settembre 2010

BUON COMPLEANNO, PNBOX!

I Pnbox Studios, gli studi televisivi della web tv pordenonese Pnbox (www.pnbox.tv), compiono un anno e invitano tutti a festeggiare questi primi 365 giorni di attività. Nella sede dell’unico studio tv con ristorante annesso di tutta Italia, troverete caraffe per brindare assieme, stuzzichini e ovviamente tanta tanta musica! E per chi animerà la festa fino in fondo...grande spaghettata di mezzanotte!
L’appuntamento è per venerdì 1 ottobre dalle ore 22.00 presso i Pnbox Studios di via Vittorio Veneto, 23 a Pordenone.
 

“RICICLANDO SI IMPARA”

DECOLLA DAL 3 OTTOBRE – CON “ENERGETICAMENTE” E “TUTTI SU PER TERRA” - IL PROGETTO “RICICLANDO SI IMPARA”, promosso per contribuire alla diffusione di comportamenti improntati al rispetto dell’ambiente e al corretto utilizzo delle sue risorse.

OLTRE ALLE MOSTRE, LABORATORI DIDATTICI A DISPOSIZIONE DI BAMBINI E ADULTI REALIZZATI dal laboratorio regionale di educazione ambientale di arpa fvg.  

Gettare solide basi alla costruzione di una cultura della sostenibilità, valorizzare l'educazione come strumento necessario per acquisire consapevolezza e senso di responsabilità verso l'ambiente e il territorio in cui viviamo: queste le linee guida che descrivono alla perfezione obiettivi e fondamenti del progetto/concorso “RICICLANDO SI IMPARA”.  

Il progetto fa parte di un’iniziativa molto più ampia denominata Together for the future che gode del patrocinio di un importante Network di soggetti pubblici e privati, uniti dal comune obiettivo di fornire occasioni concrete ed efficaci alla diffusione di una cultura orientata al rispetto ambientale: Comune di Udine, LaREA – ARPA FVG, ADICONSUM provinciale di Udine, Amici della Terra Onlus, Corpo Forestale dello Stato Nucleo Operativo Cites di Trieste, ENPA - Ente Nazionale Protezione Animali, ANPANA Onlus, Legambiente del Friuli Venezia Giulia Onlus, Net smaltimento rifiuti, UISP Sport per tutti – Comitato di Udine, insieme al Parco Commerciale Terminal Nord, che promuove e finanzia il progetto.  

L’iniziativa si propone di coinvolgere i cittadini più giovani, e con essi le loro famiglie, su temi di stringente attualità e utilità, quali il rispetto dell’ambiente, il riciclaggio e la tutela delle risorse. Ai giovani partecipanti è stato infatti richiesto di “rivedere” la logica consumistica che spesso accompagna gli acquisti quotidiani, spingendoli a riutilizzare materiali altrimenti destinati allo smaltimento per creare oggetti nuovi.  

Ecco le prossime iniziative previste, realizzate all’interno del Parco Commerciale Terminal Nord di Udine:  

I laboratori – 3, 10, 16, 23, 30, 31 ottobre e 6 novembre

Un’occasione per acquisire conoscenze importanti e fare esperienze pratiche sul risparmio delle risorse e il riciclo delle materie prime, sul concetto di “bio-logico”, sulle energie alternative. Un modo, quindi, per divertirsi imparando qualcosa di importante, costruendo un bagaglio di conoscenze fondamentali per la crescita di cittadini responsabili.  

Le mostre del LaREA - Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale di ARPA FVG  

Grazie alla collaborazione con il LaREA sarà possibile fruire di due strumenti importantissimi per l’approfondimento, l’informazione e la formazione dei bambini e dei ragazzi:  

ENERGETICAMENTE – dal 3 ottobre al 15 novembre  

Si compone di mini laboratori didattici e interattivi che offrono un’opportunità per riflettere sugli stili di vita, sugli spazi che abitiamo e sulla nostra mobilità, in modo da capire qual è l’impatto ambientale dei nostri comportamenti e come possiamo ridurlo, anche attraverso la possibilità di sperimentare fonti alternative maggiormente sostenibili.  

TUTTI SU PER TERRA – dal 3 ottobre al 15 novembre  

Un’altra preziosa attività del LaREA: è una mostra costituita da una serie di pannelli (contenenti testi divulgativi, dati significativi, poesie, illustrazioni e vignette di noti autori italiani...). E’ articolata in quattro sezioni tematiche: acqua, clima, energia, trasporti.  

Il concorso, la mostra e la festa di premiazione

Oltre ai laboratori, le scuole possono partecipare al concorso vero e proprio, sempre ideato allo scopo di favorire la riscoperta della manualità e della creatività; il concorso, infatti, chiede ai ragazzi e ai loro insegnanti di dare libero sfogo alla propria fantasia e al proprio talento attraverso l’utilizzo di materiali “poveri”, considerati ormai inutilizzabili, per creare manufatti come cartoline, portamatite, scatole, fermacarte, soprammobili, cornici per foto, bigiotteria, ecc…

Tutti i lavori saranno oggetto di una mostra.

Attraverso le loro realizzazioni saranno proprio i ragazzi a sostenere un progetto di utilità sociale e di responsabilità verso la comunità. Una dimostrazione questa di come, anche attraverso piccoli gesti individuali, si possa contribuire al benessere di tutta la collettività.

 

29 settembre 2010

“Youngster”, un progetto per la promozione alla lettura



Chi lo dice che ai giovani non piace leggere? E chi lo dice che i nuovi media e i nuovi linguaggi della comunicazione hanno reso obsoleti “i libri” e “la lettura”? Forse chi è impegnato a rendere le nuove generazioni attori passivi, monoculture a senso unico, prigionieri di stereotipi e di luoghi comuni eterodiretti. Ma sicuramente non Youngster, il progetto di promozione alla lettura, ideato e realizzato dalla Cooperativa Damatrà, in collaborazione con biblioteche, insegnanti, enti ed associazioni culturali, che tra pochi giorni ritornerà alla carica coinvolgendo migliaia di ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado di tutto il territorio regionale.  

Una formula vincente e dirompente, una via alternativa alla lettura all’avanguardia nazionale, che quest’anno giunge alla sua quarta edizione. Nato nel 2007, Youngster, in questi anni è cresciuto, registrando il suo successo e l’entusiasmo degli attori coinvolti, soprattutto dei suoi protagonisti, i giovani lettori. Ma che cosa c’è di speciale in questo progetto? A detta di molti insegnanti l’aver saputo parlare ai giovani di “Lettura” in maniera non scolastica attraverso linguaggi plurimi vicini alle nuove generazioni, suscitando curiosità e fornendo stimoli continui; a detta di molti bibliotecari l’aver saputo creare reti e momenti di confronto e di scambio tra istituti educativi ed enti deputati alla conoscenza e alla promozione della cultura; a detta di molti studenti l’aver toccato argomenti significativi per la loro età “colpendo nel segno come degli arcieri”.

Molteplici saranno nei prossimi mesi le attività e le strategia innovative che gli operatori Damatrà realizzeranno per continuare a trasformare la lettura in una azione comunitaria e giocosa che rientri nelle abitudini dei giovani. Dai laboratori multimediali tematici, fatti di immagini, parole e musica, ai cantieri di lettura realizzati nelle scuole e nelle biblioteche, da improvvise incursioni letterarie nelle classi alla realizzazione di eventi e convegni, da appuntamenti formativi per insegnanti e bibliotecari alla partecipazione di fiere e festival, favorendo una costante circolazione di idee anche attraverso blog, forum, e-mail, ecc. Un vero e proprio cantiere che di anno in anno ha saputo crescere ed innovarsi, proponendo di volta in volta stimoli e temi nuovi.

Oltre alle tradizionali attività, questa nuova edizione si rinnoverà andando ad intrecciarsi creando dei punti di contatto con due altri significativi progetti culturali: Al lus tal còur//Risplende nel cuore, promosso dal Centro Studi Pasolini di Casarsa in collaborazione con la Biblioteca Civica Falco Marin di Grado e la Biblioteca Civica di Casarsa e rivolto ai giovani delle scuole secondarie di secondo grado, i loro docenti e le biblioteche scolastiche e civiche, con l’obiettivo di favorire la conoscenza di P.P. Pasolini, noto ed emblematico intellettuale friulano; e Next: la prossima puntata del mondo, percorsi di educazione ambientale, promossi da LaREA-ARPA FVG, rivolti ai bambini delle scuole secondarie di primo grado e le classi 1° e 2° delle secondarie.

“Entrambi realizzati da Damatrà- spiega Mara Fabro della cooperativa - i percorsi si presentano come l’ideale continuazione dei cantieri di lettura di Youngster ed hanno come tratto caratterizzante il desiderio di creare una rete tra le agenzie culturali del territorio. La voglia di creare sinergie, condivisione, partecipazione per contaminare e contaminarsi, sono principi irrinunciabili di Youngster”.

E lo si farà già a partire da venerdì 1 ottobre a Grado, dove nell’ambito del Festival di GradoGiallo, davanti ad una platea di 200 “ragazzacci” (perché questo significa Youngster) delle scuole secondarie della regione, interverrà Guido Calvi, storico legale di parte civile per l’omicidio Pasolini, che rievocherà i passaggi salienti di questa strana storia.

Si continuerà poi nelle scuole con il prezioso supporto di insegnanti. Le biblioteche, invece, oltre ad ospitare numerose iniziative, daranno vita a speciali “scaffali Youngster”, bibliografie trasversali e condivise, capaci di esprimere i percorsi vissuti.

E per concludere, il 5 marzo 2011, tutte queste azioni confluiranno a Casarsa per festeggiare simbolicamente il compleanno di Pasolini in un viaggio dentro i luoghi pasoliniani.

28 settembre 2010

In Friuli Venezia Giulia la campagna nazionale di prevenzione contro il fumo minorile promossa dal MOIGE: quarta tappa del tour a Muggia 2-3 ottobre



Non fumare è possibile: basta non cominciare mai. 

Una campagna di prevenzione contro il fumo minorile promossa dal MOIGE fa il giro d’Italia con 10 tappe su tutto il territorio nazionale.

Tappa a Trieste sabato 2 e domenica 3 ottobre, presso il centro Commerciale Montedoro Free Time di Muggia. Per informare i bambini e le loro famiglie sulle conseguenze derivanti dal fumo, in modo divertente ma efficace.

Iniziano anche a 11 anni, lo fanno per sentirsi grandi, per imitare gli amici, per trasgredire alle regole imposte dagli adulti. Sanno che il fumo fa male, ma non sanno che crea dipendenza con sorprendente rapidità, a volte già dalla prima sigaretta, e che provoca danni devastanti in particolare quando si inizia in età precoce.

Per questo è fondamentale sensibilizzare i più piccoli, perché acquisiscano consapevolezza e perché nel loro percorso di vita non esista mai la “prima sigaretta”.

Perché non inizino, perché rifiutino, perché si diffonda una cultura “contro il fumo”.

Demonizzare e imporre spesso non serve: serve molto di più informare, in modo efficace e completo, dicendo in modo forte ma anche attraente, solo la verità: che cominciare a fumare non fa diventare grandi, ma crea danni irreparabili al corpo e al cervello.

Informare ed educare, naturalmente, anche gli adulti che hanno il primario dovere di dare il buon esempio e che sono chiamati al difficile compito di fornire ai loro figli gli strumenti per crescere in modo responsabile, per compiere scelte positive per se stessi.

Da qui nasce “Alessio e Sara in tour per la prevenzione al fumo minorile!” la campagna itinerante informativa promossa dal MOIGE - Movimento Italiano Genitori con il patrocinio scientifico del SIPPS – Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale.

La campagna itinerante si svolgerà in 10 centri commerciali per un totale di 20 giornate. La quarta tappa sarà sabato 2 e domenica 3 ottobre al Centro Commerciale Montedoro di Muggia.

Destinatari sono i bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni e i loro genitori che potranno assistere a spettacoli teatrali con i burattini animati da artisti professionisti.

L’obiettivo è di far loro assimilare i messaggi-chiave della campagna in modo divertente e coinvolgente: Alessio e Sara – i due simpatici burattini protagonisti dello spettacolo – metteranno in scena una esilarante rappresentazione, costruita per trasmettere informazioni attraverso la forma recitata e sensibilizzare così i più piccoli sul fumo e i danni che può provocare.

Il Moige - spiega la Presidente Dott.ssa Maria Rita Munizzi - è da anni impegnato nella lotta al fumo minorile e questa campagna nasce nel tentativo di effettuare una grande azione di prevenzione primaria, che si propone di coinvolgere oltre 15000 bambini e 35000 adulti. Riteniamo che il modo più corretto di farlo sia quello di rivolgersi direttamente ai bimbi per spiegare loro i motivi per cui si deve dire NO alla sigaretta” e agli adulti per dare loro informazioni, sostegno ed aiuto in eventuali situazioni problematiche”.

Il programma di questa campagna contro il fumo è decisamente ricco e interessante e prevede diversi livelli di intervento:

Spettacoli teatrali con burattini.

Sono previsti 6 spettacoli al giorno (ore 11:00, 12:30, 15:30, 16:30, 17:30, 18:30). All’inizio e al termine di ogni rappresentazione operatrici qualificate interagiranno con i bambini per dare informazioni, consigli e per testare la comprensione dei messaggi.

Corner interattivo 

Ossia uno spazio formativo e informativo con pannelli illustrativi in cui le operatrici dell’Associazione distribuiscono materiale a carattere divulgativo per adulti e minori e gadget per i più piccoli, un fumetto realizzato appositamente con protagonisti i burattini dello spettacolo; alle famiglie sarà fornito un pamphlet informativo con i suggerimenti degli esperti per favorire il dialogo tra genitori e figli sul tema e promuovere una corretta conoscenza dei rischi del fumo attivo e passivo.

Ci stiamo impegnando ormai da tempo – spiega il Direttore del Montedoro Free Time Paolo Fontana per offrire in particolare ai bambini e ai ragazzi momenti educativi e opportunità di aggregazione dal forte valore sociale. Per questo abbiamo sentito come nostro dovere ospitare e sostenere il Moige in questa importante campagna contro il fumo minorile, nella convinzione di dare così un contributo alla crescita della nostra comunità. La nostra presenza sul territorio vuole infatti essere attiva, partecipe non solo dello sviluppo economico ma anche di quello culturale e sociale”.

Sul sito genitori.it è stato aperto uno spazio dedicato alla campagna con possibilità di approfondimenti, per scaricare i materiali informativi e per avere notizie sull’andamento della campagna.

27 settembre 2010

“Liberi Tutti_Diritto equo e solidale”, progetto di educazione al consumo equo solidale




Oltre 600 bambini delle scuole primarie dell’isontino saranno i protagonisti della terza edizione di “Liberi Tutti”, il progetto di educazione alla Pace e ai diritti umani, promosso dalla Provincia di Gorizia, ideato e realizzato dalla Cooperativa Damatrà, col contributo di Coop Consumatori Nordest.
“Liberi tutti_Diritto Equo e Solidale”, titolo di questa terza annualità, accompagnerà i bambini, a partire dal novembre prossimo, in una riflessione maieutica sui temi del mercato equo e solidale, un’altra via possibile per il consumo, in cui dar voce e consapevolezza al ruolo propositivo dell’infanzia all’interno della società civile.
“La scelta di continuare l’esperienza di Liberi tutti- spiega Mara Fabro della Cooperativa Damatrà- che è nata nel 2007 in forma sperimentale, nasce dalla piena soddisfazione riscontrata nelle edizioni precedenti dai docenti, formatori ed amministratori. Continuare i laboratori di cittadinanza significa continuare a riflettere con i bambini sul tema del futuro e sulla possibilità di costruire con gli adulti di domani una cultura della scelta e della consapevolezza. Proveremo a parlare ai bambini della responsabilità che implica l’azione del consumo nella convinzione che non si può essere consumatori consapevoli senza crescere nel ruolo di cittadini”.
Parlare di consumo responsabile e solidale, delle relazioni che intercorrono tra il mondo dei consumi e quello delle relazioni sociali, aprendosi a una dimensione globale e ponendosi le giuste domande a livello locale, con un’attenzione particolare all’educazione, non è sicuramente facile. Per questo il primo passo è stato quello di accomunare metodologie pedagogiche e spunti di riflessione in un percorso di formazione iniziale le scuole e gli attori coinvolti, con il contributo di esperti da anni impegnati su questi temi, come la dott.ssa Cosolo Marangon del Centro psicopedagogico per la Pace e la gestione dei conflitti di Piacenza, la dott.ssa Manuela Daniel di Coop Consumatori Nordest e Emanuela Gaggioli di Equomondo.
Dal prossimo mese, per cercare di spiegare la differenza tra il mercato e il mercato equo solidale, gli operatori Damatrà entreranno nelle classi e realizzeranno dei laboratori maieutici partendo dal ragionamento sui prodotti alimentari, quali protagonisti dei consumi quotidiani e spesso emozionali dei bambini (il cioccolato ad esempio). Attraverso la narrazione, la manipolazione e l’espressione creativa, considerati canali privilegiati attraverso cui dare voce ai pensieri di ognuno, si darà forma alla “storia degli alimenti”. Ragionando sui luoghi di provenienza, sulle modalità di produzione e di commercializzazione si arriverà ad introdurre il rapporto tra consumo, responsabilità e solidarietà che sono i caratteri distintivi del commercio equo. A conclusione dei percorsi, le parole, le immagini e i pensieri dei piccoli cittadini saranno raccolti in un ricettario “equo e solidale” che sarà regalato ai bambini e alle famiglie, e presentato successivamente in un incontro pubblico, potendo così contribuire ad una diffusione di una cultura solidale e consapevole.
Gettare le basi di una rete scuola-famiglia-territorio diviene così un altro degli obiettivi fondamentali di questi percorso, nella convinzione che crescere in una giusta dimensione di cittadinanza e responsabilità civile con uno sguardo sempre rivolto al mondo intero richiede l’impegno di tutti, dei bambini dei genitori, di chi ci amministra e di chi ci educa.

“Tutti giù per terra”, riapre la Ludoteca di Cervignano



Riapre il 1 ottobre la Ludoteca di Cervignano, un ambiente ricreativo pensato per lo sviluppo della personalità e la crescita del bambini, ma anche un luogo di socialità e di incontro tra bambini, adulti, genitori e educatori.

Ritorna così “Tutti giù per terra”, il progetto voluto dall’Assessorato alla cultura e realizzato dalla cooperativa Damatrà, rivolto ai bambini dai 2 ai 6 anni, per promuovere il piacere di scoprire, imparare, conoscere e relazionarsi attraverso il gioco.
La ludoteca sarà attiva due giorni alla settimana, vicino alla Biblioteca di Cervignano in via Trieste 33, con ingresso dal lato del parcheggio interno. Le iniziative si svolgeranno il lunedì e il venerdì dalle 16.30 alle 18.30.
Sarà uno spazio senza giochi pre-confezionati, ma dove non mancherà la voglia di giocare: tanti saranno i “giochi creativi”, nati dalla fantasia e dalle mani del bambino sollecitato da una sua idea, da una sua accurata scelta dei materiali e da un personale modo di costruire. Il progetto nasce infatti dalla volontà di ripercorrere il gioco nei suoi tratti originari: come bisogno, diritto e piacere; come strumento di crescita; come mezzo di comunicazione e di incontro; come universo di espressione e creatività.
All’interno degli spazi, i bambini potranno trovare materie varie di manipolazione come la creta, la carta, i colori, la stoffa, i cibi, ecc con cui potranno esprimersi, imparare, ma soprattutto sperimentare. Guidati dagli operatori Damatrà, ai piccoli saranno offerti di volta in volta spunti e stimoli con un continuo richiamo alla riflessione critica, alla sperimentazione, all’autogestione e allo sviluppo di abilità costruttive, pittoriche e relazionali.
I bambini dovranno essere accompagnati da un adulto di riferimento per tutta la durata delle attività.
Al fine di favorire i tempi di conciliazione della vita familiare, possono partecipare anche fratelli di diversa età. L’orario non è vincolante.
Prenotazioni fino ad esaurimento posti chiamando al 0432 235757, scrivendo a info@damatra.com, oppure direttamente presso la ludoteca a Cervignano del Friuli.

24 settembre 2010

I SABATI DELLA FRUTTA

In occasione del ritorno a scuola, McDonald’s propone per il terzo anno consecutivo la propria iniziativa per promuovere il consumo di frutta e verdura tra i bambini. A partire dal 25 settembre, ogni sabato per 8 settimane consecutive fino al 13 novembre, con l’acquisto di un menu Happy Meal, il menu McDonald’s studiato per le esigenze nutrizionali dei bambini, verrà regalata una confezione di Mela della Valtellina IGP, di Ananas o di Carotine Baby: la gamma di frutta e verdura fresca, già lavata, tagliata e confezionata in pratiche bustine, della linea Le Frescallegre.
Quest’anno il progetto “I Sabati della Frutta di McDonald’s”, vedrà coinvolti 372 ristoranti
McDonald’s in tutta Italia e prevede di raggiungere oltre 800.000 bambini in 8 sabati
consecutivi, regalando quindi un totale di oltre 60 tonnellate di frutta e verdura fresca.
Grazie alla collaborazione con Giunti Progetti Educativi i bambini riceveranno gratuitamente un
leaflet educativo, realizzato appositamente per McDonald’s, con una consulenza scientifica in ambito nutrizionale. Il leaflet vuole informare le mamme sull’importanza del consumo quotidiano di frutta e verdura e far giocare i piccoli con simpatici giochi da tavolo “a tema” che raccontano, in modo divertente e accattivante, le proprietà e l’importanza del consumo di frutta e verdura all’interno di una dieta equilibrata.

23 settembre 2010

A convegno il sindacato della Proprietà collettiva



Venerdì 24 settembre è convocata l’assemblea generale


In partenza per Roma la delegazione regionale

Rappresentanti della Carnia, del Carso e della Laguna di
Marano e Grado fanno parte della delegazione del
Coordinamento regionale della Proprietà collettiva del
Friuli-V. G. in partenza per Roma.
Venerdì 24 settembre, parteciperanno all’assemblea
generale della Consulta nazionale, che rappresenta il Popolo
delle Terre collettive di tutta Italia e che opera
affinché gli enti gestori delle Proprietà collettive –
come auspica il premio Nobel 2009 per l’Economia Elinor
Ostrom – siano effettivamente riconosciuti e valorizzati
come «nuovi soggetti istituzionali ed elementi stabili del
sistema territoriale».
I lavori inizieranno alle 9.30, presso la sede istituzionale
della Provincia di Roma.
Dopo le relazioni del presidente Carlo Grgic di Padriciano e
del segretario generale Stefano Barbacetto (originario di
Zovello di Ravascletto) sull’attività svolta nel corso
dell’anno e dopo l’intervento dei Coordinatori regionali
della Consulta, porteranno il proprio saluto i prlamentari
aderenti all’Intergruppo “Amici della Proprietà
collettiva”.
Seguirà l’elezione del nuovo collegio direttivo e del
collegio dei sindaci. Il nuovo presidente chiuderà i
lavori dell’assemblea, presentando il programma di lavoro
per il prossimo triennio.
La Consulta è nata nel 2002 con il fine di assistere e
tutelare i soggetti rappresentativi della Proprietà
collettiva, di sensibilizzare comunità e autorità
pubbliche alla buona conservazione dei patrimoni
agro-silvo-pastorali di collettivo godimento e al rispetto
del loro valore ambientale.
«Il Coordinamento regionale della Proprietà colletiva in
Friuli e nella Venezia Giulia – dichiara il presidente
Luca Nazzi – illustrerà a Roma il proprio impegno per la
creazione di nuove Amministrazioni frazionali nei Comuni
della Regione in cui le Proprietà collettive sono
ufficialmente riconosciute e chiederà alla Consulta che
sia ripreso con determinazione il “Progetto per il
recupero e la valorizzazione agro-forestale delle Terre
civiche”, al fine di ridare una destinazione produttiva a
3 milioni di ettari, oggi praticamente abbandonati, creando
nuovi posti di lavoro e migliori condizioni di vita negli
ambienti rurali del Paese e coniugando in maniera efficace
innovazione e qualità sociale».

14 settembre 2010

Liberi tutti - Diritto equo solidale

Educare ad un consumo consapevole per affrontare una realtà sempre più complessa e in continua trasformazione. Educare ad un ruolo attivo promuovendo tra le nuove generazioni nuovi e più equi stili di vita. Costruire reti attive tra istituzioni, scuole e territorio attraverso esperienze concrete di cittadinanza e di responsabilità collettiva. 
Sono stati questi i temi del workshop che lunedì scorso, a Gorizia, ha coinvolto oltre una quindicina di insegnanti delle scuole primarie dell’isontino in vista dell’inizio della terza edizione di “Liberi tutti – Diritto equo e solidale”, il progetto di promozione ai diritti umani e di educazione alla pace promosso dalla Provincia di Gorizia. Condotto dalla dott.ssa Cosolo Marangon del Centro Psicopedagogico per la pace e la gestione dei conflitti, da Annamaria Gaggioli della bottega Equomondo, con l’intervento di Manuela Daniel di Coop Consumatori e di Mara Fabro della Cooperativa Damatrà, il corso di formazione rappresenta il punto di partenza per l’esperienza maieutica che da ottobre a dicembre coinvolgerà oltre 600 bambini delle scuole primarie della provincia sui temi del mercato equo e solidale.
Perchè nessuno oggi è veramente esente da questo impegno. Tanto meno chi è impegnato nel mondo dell’educazione. Come spiega la dott.ssa Cosolo Marangon “il tema trattato ha toccato la dimensione del consumo declinata però con la preoccupazione del pedagogista, quella educativa. Pensare alla dimensione globale e farsi le opportune domande a livello locale rispetto al consumo significa mettersi dentro una logica spesso complicata che lascia spazio alla desolazione. Con la comunicazione attivata durante questo incontro, si è tentato di rispondere alla macro domanda: può il mercato interferire con l’educazione e lo sviluppo infantile? La risposta è inevitabilmente affermativa. Con alcune piste di riflessione e con la proposta di alcune prassi educative, si è tentato di fornire ai docenti lo spunto per un lavoro da attivare con bambini e bambine sullo sviluppo sostenibile, il consumo critico e il commercio equo. Il percorso sarà poi rinforzato con i laboratori che Damatrà avrà modo di proporre alle singole classi”.
Diventare consumatori consapevoli, in un ruolo attivo di scelta ambientale, sostenibile, etica e critica non è sicuramente facile, costituisce una sfida che solo grazie alla reciprocità, alla condivisione di obiettivi e metodi e alla collaborazione di istituzioni, enti e associazioni può diventare un’alternativa possibile alla mera logica del profitto e del mercato. Per questo è necessaria la costante attenzione sia al mondo dei consumi sia a quello del vivere civile, delle relazioni sociali.
Cominciare a farlo è importante soprattutto da piccoli in modo partecipato, coinvolgente, stimolando lo sguardo critico e la consapevolezza delle proprie scelte. Ed è proprio partendo da questi presupposti che le scuole dell’isontino proveranno a parlare ai giovani cittadini della responsabilità che implica l’azione del “consumo”. La presentazione ufficiale del progetto “Liberi Tutti- Diritto equo e solidale” si terrà il 23 settembre in una conferenza stampa presso la Provincia di Gorizia alla presenza di tutti gli attori coinvolti nel progetto.

7 settembre 2010

“Sagre ecologiche”

Nel corso dell'estate ormai agli sgoccioli si è ulteriormente consolidata l'operazione “Sagre ecologiche” inaugurata da Ambiente Servizi lo scorso anno in occasione della Sagra del Vino di Casarsa, prima in provincia. Sono state infatti una trentina le manifestazioni del territorio che hanno aderito all'utilizzo delle posate ecologiche per un totale di circa 100 mila coperti; forchette, coltelli, cucchiai e cucchiaini in legno e altri derivati che possono essere raccolti assieme ai residui di cibo. Un dato che conferma come Comuni e Pro loco si dimostrano ogni anno più sensibili alle tematiche ambientali.
Notevole, dunque, il successo della proposta volta a smaltire sempre meno rifiuti in discarica e allo stesso tempo a rendere meno complessa l'organizzazione degli eventi.

Ecco le manifestazioni che, da maggio a dicembre, hanno contributo a eliminare enormi quantitativi di plastica durante incontri festosi e ricorrenze tradizionali:

Chions in Fiore (5 mila coperti), festeggiamenti di Zoppola (4.700), Festa dello Sport a San Giovanni di Casarsa (250), Festa dello Sport a San Vito (2.000), Festa del Primo Maggio a Fiume Veneto (4.000), Piazza in Fiore a San Vito (5.800), Festeggiamenti di Sant'Antonio a Fiume Veneto (1.300), Festa di Primavera a Sesto al Reghena (3.000), Par San Zuan a San Giovanni di Casarsa (10.400), Torneo di calcio a 7 Murlis a Zoppola (50), Cordovado in Festa (3.000), Festa della Birra a Fiume Veneto (3.750), Tiliminuour a San Vito (400), festeggiamenti Gleris a San Vito (300), Sagra dei Gamberi a Zoppola (5.000), Sagra del Polletto a Fiume Veneto (6.000), Cena Paesana a Fiume Veneto (500), pedalata ecologica a San Vito (250), sagra paesana a Chions (5.000), serate teatrali a Cordovado (3.000), festeggiamenti Murlis a Zoppola (4.000), rievocazione storica a Cordovado (3.000). Nei prossimi mesi le eco-posate sono state prenotate, per il momento, dalla Sagra dello Struzzo (3.750) e dal Natale Insieme di Cordovado (3.000). 

IL PAESAGGIO ITALIANO

Si inaugura il 7 settembre la mostra II PAESAGGIO ITALIANO IN FOTOGRAFIA 1950–2000, allestita nelle sale espositive provinciali di Corso Garibaldi, a Pordenone. Le circa 150 fotografie esposte alla mostra, oltre che dall’archivio del C.R.A.F. di Spilimbergo, provengono dal Touring Club Italiano, dalla Fototeca 3M Italia di Milano, dal Circolo La Gondola di Venezia, dal Museo della Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo, dalla Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia, da L’AM – L’Arte Mostre di Roma, da collezioni private e dagli stessi Autori.
La mostra, promossa dall’Amministrazione Provinciale di Pordenone con la collaborazione del C.R.A.F., curata da Walter Liva, verrà inaugurata martedì 7 settembre alle ore 18. Si potrà visitare fino al 31 ottobre, con i seguenti orari: dal martedì al venerdì: 15:00-19:00; sabato e domenica: 10:00-19:00; 8 settembre: 10:00-19:00. Chiusura: il lunedì INGRESSO GRATUITO
Info e prenotazioni: tel. 0434 231418 / fax 0434 231410 / cultura@provincia.pordenone.it

3 settembre 2010

PIU' ITALIA NEI MCDONALD'S

Si svolgerà anche in Friuli la Notte bianca di McDonald’s per proporre la nuova specialità alla mozzarella. Il 7 settembre dalle 21 alle 22 i ristoranti McDonald’s offriranno (fino a esaurimento scorte) in anteprima e gratuitamente per ogni cliente un nuovo panino della linea “Piccoli Piaceri” caratterizzato da una mozzarella di latte 100% italiano.
In vendita solo a partire dal giorno 10 settembre, il nuovo Piccolo Piacere Mozzarillo verrà offerto in anteprima a tutti i clienti nei ristoranti McDonald’s che aderiscono all’iniziativa.
Per l’elenco dei ristoranti McDonald’s, in cui si svolgerà la Notte bianca, è possibile consultare il sito www.mcdonalds.it.
La nuova specialità alla mozzarella, dal gusto tipicamente italiano, rappresenta un’ulteriore tappa nel percorso di promozione e valorizzazione dei prodotti tipici italiani, intrapreso da McDonald’s da due anni con la proposta di ricette con il Parmigiano-Reggiano DOP, lo Speck dell'Alto Adige IGP, la Pancetta della Val Venosta e culminato a gennaio di quest'anno con McItaly.

NUOVE ILLY COLLECTION

Prosegue il progetto di collaborazione tra illycaffè e Tobias Rehberger con la nuova serie di tazzine Art Collection presentata a Galleria illy@KaDeWe, a Berlino. L'artista ha decorato la nuova serie con i motivi ottici e geometrici caratteristici del percorso artistico iniziato nel 2009 con la riprogettazione della caffetteria del nuovo Palazzo delle Esposizioni ai giardini della Biennale a Venezia, opera per la quale l’artista è stato premiato con il Leone d’Oro.
Curve, strisce, luci e colori si incontrano e si riflettono sulla porcellana creando un effetto camouflage, la tecnica mimetica a cui l’artista si è ispirato. La superficie risulta animata da un gioco ottico che rende i confini indefiniti.
La nuova Collection sarà in vendita in Italia a partire da metà settembre in una selezione di bar illy e dal 1° ottobre sull’e-shop del sito illy.com. Il prezzo consigliato al pubblico sarà di 115 euro nella versione completa da sei tazzine “espresso” e di 135 euro nella versione da sei tazze “cappuccino”. La Collection sarà venduta anche in speciali kit contenenti due tazze e un barattolo di caffè illy da 250 g; il prezzo del kit sarà di 39 Euro nella versione “espresso” e di 49 Euro nella versione “cappuccino”.

2 settembre 2010

DEBUTTANTI A CORTINA

Tommaso Grandi ha venticinque anni ma ha già scritto, e pubblicato, il suo primo romanzo. Elena Randi è autrice di un saggio imprescindibile per chi ama e segue il teatro e la regia, che ci guida nei cantieri teatrali di Dumas e Hugo. Gina Zanon rappresenta con la sua intensa poesia un territorio e una vocazione.
Sono i pionieri della letteratura, le proposte di lettura per l’autunno di UNA MONTAGNA DI LIBRI, la rassegna di incontri con l’Autore di Cortina d’Ampezzo. A loro, autori che meritano il proscenio di Cortina perché le loro opere siano sempre più note al grande pubblico, è dedicata la giornata conclusiva dell’edizione Estate 2010 della manifestazione, che ha fatto registrare numeri da record.
L’incontro sarà l’occasione per salutare i tanti che hanno collaborato a questa seconda edizione della rassegna. E per darsi appuntamento all’inverno.
Per incontrare Tommaso Grandi, autore di Non aver paura (Il Filo), Elena Randi, autrice di I primordi della regia (Edizioni Di Pagina) e Gina Zanon, autrice di Il silenzio che invecchiò il cielo (Eab) l’appuntamento è venerdì 3 settembre 2010, ore 18.00, come sempre alla Sala Cultura del Palazzo delle Poste di Cortina.
Conduce Francesco Chiamulera, responsabile UNA MONTAGNA DI LIBRI

1 settembre 2010

UDINE TRA BIANCO E NERO

Appuntamento da non perdere a Udine: dal 2 al 12 la città ospiterà Bianco&Nero, grande contenitore di appuntamenti di rilievo, tenuti insieme da un unico trait d'union cromatico. L'evento declina nei colori di Udine - il bianco e il nero, appunto - diverse forme artistiche e culturali, ospitate nei luoghi più suggestivi della città. A creare il richiamo cromatico che fa da sfondo all'intera manifestazione, sarà una selezione dei nomi e delle espressioni più interessanti di arte, fotografia, cinema, giornalismo, enogastronomia italiani e internazionali.
Imperdibili gli appuntamenti con l'arte. Sta riscuotendo un ottimo successo la mostra "Helmut Newton's Sumo", fedele trasposizione del celebre volume fotografico, curato nel 2000 dallo stesso Helmut Newton e dalla moglie June, che, con una tiratura limitata di 10 mila copie, numerate e firmate, ha subito raggiunto quotazioni da collezionisti. Le 400 immagini in mostra ripercorrono la straordinaria carriera dell'artista, dalle prime innovative fotografie di moda ai nudi potenti ed erotici, dai ritratti delle celebrità alle foto inedite: la mostra è curata dalla Helmut Newton Foundation ed è stata ideata per celebrare il libro in occasione della pubblicazione, per i tipi di Taschen, di un'edizione in formato ridotto e dal prezzo più accessibile.
Attesissime anche le altre mostre di Bianco&Nero. Palazzo Morpurgo ospiterà, dal 2 al 19 settembre, la mostra fotografica "Immagini e parole" con 44 memorabili scatti di Henri Cartier-Bresson, maestro del fotogiornalismo mondiale e del bianco e nero, accompagnati dal commento - tra gli altri - di Aulenti, Balthus, Baricco, Cioran, Gombrich, Jarmusch, Kundera, Miller, Scianna, Sciascia, Steinberg e Varda.
A Casa Cavazzini dal 2 settembre al 3 ottobre andranno invece in mostra le opere di Maurits Cornelis Escher, incisore e grafico olandese noto per le celebri geometrie impossibili. L'esposizione propone un'ampia selezione dei lavori più noti e suggestivi di Escher e, con essi, l'essenza del suo pensiero e del suo lavoro, quella straordinaria manipolazione di tempo e spazio che riesce a creare, con effetti fantasmagorici, un nuovo mondo con una logica tutta sua.
Ancora fotografia con la mostra "Libertà va cercando, ch'è si cara", esplorazione fotografica della vita nelle carceri, e spazio al fumetto con la mostra interattiva "Supereroi in-contrastati. Tratti e personalità tra buio e luce" con la partecipazione di noti fumettisti italiani - Mario Alberti, Stefano Caselli, Giuseppe Camuncoli, Marco Checchetto.
Nel corso di Bianco&Nero prenderanno vita anche performance ad alto impatto visivo ed emozionale con installazioni contemporanee: dal 2 al 12 settembre la Loggia del Lionello sarà il teatro di un'installazione di Tomas Saraceno, mentre il cileno Iván Navarro, presente alla scorsa Biennale di Venezia, firmerà un'installazione di luci neon nei bunker di piazza Primo Maggio.
Per gli appassionati di cinema c'è un appuntamento da non perdere: l'11 settembre sarà proiettato il capolavoro di Fritz Lang "Metropolis" (1927) con l'accompagnamento, in prima europea, della Alloy Orchestra di Boston. Tutti gli appassionati potranno scoprire la sua versione più completa e definitiva, con 30 minuti in più rispetto a quella finora conosciuta, grazie al ritrovamento di alcune sequenze considerate perdute.
Bianco&Nero animerà Udine anche di imperdibili "Eventi di parola": il 5 settembre Mario Luzzatto Fegiz terrà un incontro dal tema "Bianco e Nero: la musica tra logos e mito", l'8 settembre Beppe Severgnini parlerà di "Cosa c'è sotto la lingua. Brevi lezioni di anatomia giornalistica", mentre il 9 settembre Ferruccio de Bortoli terrà un dibattito dal titolo "Vero su bianco. Narrare la realtà del quotidiano". Sempre il 9 settembre, il fotografo Ferdinando Scianna interverrà nell'incontro "Vedo, parlo e sento in bianco e nero".
Il programma di Bianco&Nero è consultabile sul sito www.biancoeneroudine.com