4 dicembre 2010

CONCERTO DELLA PORDENONE BIG BAND

Se domenica 5 ottobre gli scultori lavoreranno sotto la Loggia del Municipio di Pordenone alla statue dei Re Magi, fulcro delle iniziative del Natalone sarà piazza XX Settembre, con una scappata per il teatro all’Auditorium Concordia.

La Pordenone Big Band, in piazza XX Settembre alle 10.30 riunisce musicisti di provenienza regionale, affermati o emergenti, professionisti e no e propone un repertorio che va dai brani classici agli standard, dai brani moderni alle composizioni originali di Juri Dal Dan, musicista di spicco del nostro jazz, i cui riarrangiamenti danno un tocco inconfondibile e originale. Questo concerto sarà anche l’occasione di ascoltare diversi brani del primo cd della Pordenone Big Band uscito a ottobre, “Song for Jaco”. Registrato magistralmente nello studio "Artesuono" di Stefano Amerio e dedicato a Pastorius, raccoglie 6 anni di esperienza dell’ensemble e contiene brani che vanno dagli standards riarrangiati da Juri Dal Dan, come "All of me", "Over the raimbow", "Ruby" ad altri composti dallo stesso direttore e da Clara Rivieri (voce) come "It's over", "Song for Jaco" e "Senegal" . Non mancheranno naturalmente brani natalizi come “White Christmas” con un arrangiamento speciale o “A Child is borne”.

Alle 11, per iniziativa della Presidenza del Consiglio Comunale si presenta in Biblioteca Civica “Pictor Modernus - Gli ultimi giorni del Pordenone  tra storia e leggenda”, edizioni Omino Rosso. Il libro, con testi di Alberto Magri (curatore anche delle illustrazioni) e Roberto Vecchione, prefazione a cura di Gilberto Ganzer, direttore dei Civici Musei, è un omaggio a uno dei massimi pittori del Cinquecento, Giovanni Antonio De’ Sacchis detto “il Pordenone”.
Il testo – ricco di coloratissime immagini – segue le tappe dell’artista, con una scelta stilistica di notevole efficacia. Introduce cioè nella narrazione alcuni dialoghi, decisamente inventati, ma fortemente “vivacizzanti” anche per la precisa pertinenza dei contenuti.

Alle 14.30 il Trenino Gondolino e Barabba artista di strada prenderanno possesso del centro città per gioia di tutti i bambini, mentre alle 16 scatterà l’ora del teatro con “Sarto per Signora” all’Auditorium Concordia per la rassegna regionale di teatro amatoriale a cura della Fita. A mettere in scena una delle più note e fortunate pièces di George Feydeau, sarà la Compagnia “Teatro Incontro di Trieste. Tra scambi d'identità, sotterfugi, equivoci e amori segreti, elementi base per questa divertente pochade, non mancherà il divertimento. La commedia è ambientata a Parigi e narra del dottor Molineaux, fresco di matrimonio ma dai dubbi comportamenti coniugali. Il protagonista in questione, infatti avendo un animo libertino, tradisce la moglie con un'avvenente signora, e per poter incontrare la sua amante senza destare alcun sospetto si finge sarto, creando così una serie di simpatiche ed esilaranti gags che coinvolgono tutti i protagonisti della pièce. Come nel gioco delle scatole cinesi, ognuno di loro rivelerà i suoi altarini per poi trovare un lieto fine per tutte le coppie coinvolte.

Alle 17 in piazza XX Settembre si esibirà la Night Fever Big Band, formazione bellunese attiva da una decina di anni, composta da una ventina di elementi con il classico organico della big band americana: trombe, tromboni, saxofoni, sezione ritmica e vocalist. Caratterizzata in maniera innovativa dal repertorio che associa la sonorità e la forza tipica della big band allo stile moderno e alla notorietà dei brani proposti, spaziando tra jazz, swing e soul, la Night Fever Big Band alterna esecuzioni strumentali a brani finemente arrangiati che trovano la giusta dimensione artistica nell’interpretazione femminile, l’apprezzata professionista Sonia Fontana.
La formazione individuale dei musicisti è avvenuta presso scuole di jazz e conservatori; le esperienze svolte in varie band ed ensemble hanno contribuito alla successiva maturazione artistica.
La direzione è attualmente affidata al maestro Didier Ortolan.

Nessun commento: