18 febbraio 2011

CORSO PER INNAMORATI DI CINEMA

Sabato 19 febbraio, alle ore 20.30 ad Artegna, nel Teatro "Mons. G. Lavaroni", in collaborazione con l'Associazione "Amici del Teatro" di Artegna, l'Ufficio Diocesano per la Catechesi la Pastorale della Cultura dell'Arcidiocesi di Udine propongono la visione del film: UOMINI DI DIO, di Xavier Beauvois, Francia 2010, 122 minuti.
Si tratta di uno dei film più toccanti e più spiritualmente intensi dell'ultimo periodo, centrato sul martirio realmente avvenuto di sette monaci cistercensi, morti nel 1996 a Tibhirine in Algeria.
Il film verrà presentato brevemente e poi analizzato da don Alessio Geretti, per coglierne i messaggi e discutere sugli interrogativi che solleva, dall'intreccio tra religione e violenza al confronto tra cristianesimo e islam, alla questione del rapporto con Dio e con i fratelli per l'uomo del nostro tempo. La serata è aperta a tutti, e specialmente rivolta a catechisti, animatori e operatori pastorali.
Questo evento di sabato apre la strada alla proposta "VEDERE DIO", che viene qui di seguito illustrata.
La Pastorale della Cultura dell’Arcidiocesi di Udine, in collaborazione con gli Amici del Teatro di Artegna, organizza un corso per innamorati del cinema e per potenziali animatori di cineforum parrocchiali.
Obiettivo: Tramite un’analisi degli elementi costitutivi del mezzo filmico e mediante la visione di una varietà di film, si cercherà di capire le fondamenta dell’estetica del cinema, la sua complessa dinamica in quanto forma d’arte e in quanto rappresentazione dello spirito umano. L’incontro con alcuni capolavori del cinema permetterà di imparare come gli elementi formali dei film abbiano un preciso effetto sul contenuto di essi, e quindi sul loro spessore spirituale. I risultati da raggiungere sono: acquisire un metodo di lettura del cinema; conoscere un repertorio di capolavori cinematografici di grande valore spirituale; imparare a proporre momenti di cineforum, anche come catechesi per adulti.
Metodo: Sullo sfondo di una breve introduzione su cosa si intende per “cinema spirituale”, il lavoro principale sarà quello di analizzare da un punto di vista teologico gli elementi del linguaggio e dell’estetica del cinema: fotografia, messinscena, montaggio, suono, illuminazione, recitazione, sceneggiatura… In particolare, poi, si approfondiranno alcune grandi forme di cinema spirituale: il cinema delle parabole, il cinema delle figurae Christi, il cinema della domanda su Dio, il cinema dell’esperienza morale dell’uomo.
Il metodo di lavoro prevede 5 incontri, in due tempi per ogni incontro, separati da una pausa:
1° TEMPO: laboratorio con lezione, discussione, visione di brani scelti da vari film e analisi;
2° TEMPO: visione di un film con introduzione e successiva rilettura col metodo del cineforum.
Luogo: Teatro “Mons. G. Lavaroni” di Artegna (UD).

Nessun commento: