11 marzo 2011

LA FORMA SI FA POESIA

UDINE – Appuntamento con la grande danza mondiale al “Giovanni da Udine”: domenica 13 marzo, alle 20.45, il Ballet de Lorraine sarà infatti protagonista della Serata Forsythe/Cunningham. Quattro gioielli coreografici (The Vertiginous Thrill of Exactitude, The Vile Parody of Address, Steptext, Duets) per rendere omaggio ai due pilastri della scena contemporanea: William Forsythe e Merce Cunningham. Un autentico spettacolo-evento, dunque, in cui la forma si fa poesia…
«Poche compagnie – scrive il critico Lorenzo Tozzi – sono oggi in grado di restituire quotidianamente alla vita coreografie così diverse tra loro, per spirito ma soprattutto stile e linguaggio, come quelle di William Forsythe, nato nel 1949 nella Big Apple ma ben presto trapiantato in Europa e per decenni alla guida del blasonato Balletto di Francoforte, e quelle di Merce Cunningham, decano della danza contemporanea americana e per decenni stretto collaboratore dell’estroso musicista John Cage. Una di queste compagnie è, senza dubbio, il Ballet de Lorraine».
Dopo un periodo di evoluzione, contrassegnato da diverse denominazioni, l’attuale Ballet de Lorraine è una delle compagnie più famose. Didier Deschamps, nominato Direttore generale nel 2000, promuove un progetto dedicato alla diversificazione della creazione coreografica e del suo repertorio grazie a un gruppo di ballerini permanenti di alto livello. Ogni anno la compagnia lavora, mediamente, su 70 rappresentazioni: opere del repertorio – classico e contemporaneo – e nuove creazioni offrono al pubblico un’ampia gamma di tecniche, linguaggi e percorsi creativi degli artisti di oggi e illustrano la straordinaria diversità e ricchezza della danza.
Il programma presentato a Udine è quanto mai rappresentativo del repertorio e delle sfaccettate possibilità della formazione francese: dalle creazioni ipercinetiche di Forsythe, spesso interpretate anche in Italia dall’Aterballetto di Bigonzetti, a quelle “calligrafiche” di Cunningham, l’unico che sappia trasformare in disciplina una estetica basata sulla casualità. Come osserva Marinella Guatterini: «L’ultimo coreografo Leone d’oro alla Biennale di Venezia (Forsythe) e il primo (Cunningham) dimostrano quanto l’inesauribile ricerca nella danza pura, priva di narrazione e psicologia, possa suscitare fortissime emozioni ben al di là della bellezza delle forme».
Ricordiamo che è ancora sottoscrivibile (anche online) l’abbonamento Danza 3 spettacoli e che il prossimo appuntamento è fissato per il 19 aprile con l’attesissima Coppélia, portata in scena dal Ballet Victor Ullate Comunidad de Madrid (la prevendita sarà attiva da lunedì 21 marzo). Per informazioni, contattare l’Infopoint del “Giovanni da Udine” (0432.248418), consultare il sito ufficiale (www.teatroudine.it) o iscriversi alla fan page (www.tinyurl.com/teatroudine).

SPECIALE UNIVERSITA'
Ricordiamo che anche per questo spettacolo gli studenti dell'Università di Udine e del conservatorio J.Tomadini potranno acquistare i biglietti al prezzo speciale di 5,00 euro.

Nessun commento: