31 maggio 2011

LE COMPRI "USATE" E LE RIVENDI "STORICHE"

Comprarle “usate” oggi e rivenderle “storiche” domani: questo è il trucco per spendere bene i soldi. E ci sono dieci modelli di automobili che acquistati oggi con pochi soldi garantiscono al proprietario soddisfazioni di guida immediate e guadagno economico nel medio periodo. A individuarle è Ruoteclassiche, mensile di Editoriale Domus in edicola da giovedì 2 giugno, che pubblica una guida all’acquisto dedicata alle reginette degli anni Novanta spiegando quando è il momento giusto per comprare e su quali modelli fare più affidamento.
Si tratta essenzialmente di vetture sportive (coupé, cabriolet e spider), che si deprezzano rapidamente nel mercato dell’usato, ma altrettanto rapidamente si rivalutano sul mercato delle “storiche”. Ruoteclassiche individua l’età in cui le vetture selezionate toccano la quotazione più bassa, cioè il momento propizio per comprarle, con la certezza che negli anni successivi esse riprenderanno quota. Per esempio, un’Alfa Romeo Spider 3.2 V6 24V del 2001 in buone condizioni che oggi puoi acquistare a 3.500 euro, nel 2020 anni avrà un valore di 15.000 euro; una Mercedes-Benz CL 55 AMG del 1999 prezzo attuale 15.000 euro fra circa 10 anni potrebbe essere rivenduta a 28.000 euro. Tra le altre anche Audi TT, BMW Z3, Jaguar XKR, Lancia K Coupè, Rover Mini Cabriolet, Porsche 944 S2 Cabriolet e Volkswagen Golf. I giudizi, le schede tecniche e le tabelle dei valori nel tempo di ciascun modello sono pubblicati su Ruoteclassiche di giugno che si presenta in edicola in una nuova veste grafica all’insegna dell’eleganza e della facilità di lettura.

30 maggio 2011

NOTTURNO AL NAPOLEONE

Notturno diVino al Napoleone, una serata all'insegna della degustazione raffinata. E' quanto propone il ristorante Napoleone di Castions di Strada per venerdì 3 giugno con inizio alle 20, in collaborazione con Easyvini. Accompagnati dai vini bianchi di 37 produttori, saranno proposti i piatti più sfiziosi del ristorante, abbinati ai salumi tutti friulani di Uanetto, ai prosciutti Vecchio Sauris e Artigiana prosciutti di San Daniele, i formaggi Di Bidino, il pane fragrante di Dolso e le golosità della pasticceria Sorarù. Tutto compreso, 25 euro.

28 maggio 2011

JAZZ & WINE OF PEACE IN SLOVENIA

Il festival Jazz & Wine of Peace si trasferisce per due giorni in Slovenia. In collaborazione con l'Agenzia Jota, "sconfina" il 27 e 28 maggio per la Festa delle Ciliegie, a Smartno (Slovenia), con il concerto dei POR LOS CAMINOS FLAMENCOS, il 27 maggio alle ore 19 nella HISA KULTURE (casa della cultura), per l’apertura mostra del KUD Dablo. Seguirà alle 21, in piazza, il concerto di ROBELDULE, per poi continuare la festa nelle cantine di Smartno, sempre con i Por Lor Caminos Flamencos.
Sabato 28 maggio, dalle 21, concerto in piazza di DRUYD ed ETNOPLOC (5 euro di biglietto).

27 maggio 2011

CHI HA SEQUESTRATO MANUEL FANGIO?

E' in edicola il numero di giugno del mensile Quattroruote con un'interessante esclusiva "storica". Viene fatta luce sul breve rapimento (durato 27 ore) del pilota argentino Manuel Fangio. L'episodio accadde - come ricorda il mensile dell'Editoriale Domus - nel 1958 a Cuba, a poche ore dall'inizio del Gran Premio dell'Avana. Gli autori del gesto dimostrativo (il campione fu liberato senza chiedere nulla in cambio e fu trattato con tutti gli onori) furono i rivoluzionari - i barbudos - che contrastavano il regime di Batista.
Tra le novità automobilistiche, la prova su strada della Lancia Ypsilon.

26 maggio 2011

"RISPETTA LE REGOLE" SI CONCLUDE

Si avvicina la cerimonia di premiazione del Concorso "Rispetta le Regole”, in programma per Domenica 29 maggio alle ore 17.00. Grazie all’attenzione che le Istituzioni hanno dedicato al progetto e l’importante presenza delle Scuole, il Presidente della Camera On. Gianfranco Fini, ha deciso di assegnare all’ente promotore dell’iniziativa la Targa di riconoscimento della Camera dei Deputati, accreditando così con un valore aggiunto l’intero evento.
Il merito della concretizzazione del progetto va a: Ministero dei trasporti-Direzione Territoriale Nordest, Protezione Civile Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Comando Provinciale di Udine, Croce Rossa Italiana comitato provinciale di Udine, Corpo Forestale dello Stato - Nucleo operativo Cites di Trieste, Corpo Forestale Regionale - Regione Friuli Venezia Giulia, Romeo Tuliozzi responsabile della Polizia Postale di Udine, Vespa Club di Udine, Dog Island, Associazione Volontari Italiani Donatori Sangue- AVIS Friuli Venezia Giulia, Autoscuola Funanà. E al sostegno concreto degli Enti che hanno fornito il patrocinio: Comune di Udine, Provincia di Udine, Camera dei Deputati, Larea – Arpa FVG, Adiconsum Udine, Amici della Terra Onlus, Anpana, Auser, Coni Udine, Net, Unitalsi Triveneto. Oltre al Parco Terminal Nord che ha finanziato e ospitato l’intera rassegna.
I 700 studenti che hanno aderito all’iniziativa hanno avuto l’occasione di incontrare le forze dell’ordine, gli enti e le istituzioni che attraverso lezioni, giochi, simulazioni, hanno trasmesso loro il significato del valore e del rispetto delle regole, che parte in prima battuta dal rispetto di se e degli altri. L’attenzione e l’ascolto che i più giovani hanno dedicato all’incontro con gli Enti è stata la chiave di volta per la buona riuscita dell’evento e la partecipazione costante e numerosa delle scuole lo ha dimostrato.
Domenica 29 maggio, sarà dunque il momento di ringraziare quanti hanno preso parte attiva all’iniziativa e conferire alle scuole partecipanti il premio per il “concorso Rispetta le regole”. Infatti la scuola che ha realizzato il messaggio più significativo sul valore che oggi le regole detengono nella nostra società riceverà premi quali: un computer portatile (alla scuola che ha saputo coinvolgere il maggior numero di studenti sul concetto di rispetto delle norme, degli altri, all’insegna di un vero e concreto senso civico); una fotocamera digitale (alla scuola che ha elaborato il messaggio più incisivo sempre sul tema delle regole. Inoltre l’elaborato di questa scuola verrà tradotto in una vera campagna pubblicitaria, verrà infatti realizzato un segnalibro e distribuito a tutte le scuole aderenti); giochi didattici al terzo e quarto classificato per le scuole che si sono distinte per il tema proposto.
Ecco il programma. Ore 17.00 Consegna della Targa della Camera dei Deputati agli Enti patrocinatori dell’evento. Consegna dei diplomi a tutti gli Enti, le Istituzioni e le Associazioni partecipanti al Progetto. Consegna dei premi alle Scuole vincitrici.

25 maggio 2011

DACIA CONFERMA IL SOSTEGNO ALL'UDINESE

Dacia rinnova per le prossime due stagioni calcistiche, 2011-2012 e 2012-2013, la presenza come Main Sponsor dell’Udinese Calcio, squadra friulana fra le protagoniste di punta del Campionato di Serie A. La collaborazione fra Dacia e l’Udinese Calcio, iniziata nel 2009, oltre al Campionato di Calcio, si estende da oggi alle Coppe Nazionali ed Europee, portando il marchio Dacia sulle maglie friulane anche in occasione delle partite disputate in ambito nazionale (TIM Cup) e internazionale. Dopo la positiva esperienza degli scorsi campionati, Dacia conferma così la sua presenza nello sport italiano per eccellenza, scelto come appropriato contesto di visibilità e promozione della Marca.
Questa sponsorizzazione è terreno d’incontro di due realtà, Dacia e Udinese Calcio, che conseguono importanti successi nei rispettivi settori con un approccio distintivo di dinamismo, concretezza ed essenzialità.
Marca del Gruppo Renault, entrata sul mercato italiano nel 2006, Dacia si è affermata nel corso degli anni come un’evoluta applicazione nel mondo dell’auto della vincente filosofia low-cost, dimostrando una vera e propria capacità pionieristica e anticipando nuovi stili di vita e atteggiamenti di consumo. Con i suoi modelli (Logan MCV, Sandero, Logan Furgovan, Logan Pick-up e Duster) si è, infatti, conquistata in pochi anni, il ruolo di brand di riferimento nel panorama automobilistico in tema di modelli accessibili e di acquisto intelligente, con un’offerta che si posiziona al miglior rapporto qualità-prezzo-spazio. Per garantire questo virtuoso equilibrio nell’offerta prodotto, la Marca ha messo a punto un modello di business “a basso costo” che orienta tutte le scelte aziendali: dalla progettazione alla produzione, fino alla commercializzazione dei prodotti, Dacia mira a raggiungere il valore aggiunto per il cliente che deve trovare nell’auto tutto ciò che è necessario a soddisfare le sue attese ma nulla di superfluo.
L’Udinese Calcio è riconosciuta in Italia e all’estero come un modello ed un esempio a cui ispirarsi per le sue capacità di gestione e organizzazione dell’area tecnica in primis, e dell’intera società in generale. Una gestione oculata ed attenta della Società, caratterizzata da un “modus operandi” sul mercato che non conosce sprechi, ma che punta sui giovani, consente all’Udinese di farsi largo tra i grandi club italiani: serietà e professionalità nelle scelte strategiche, cultura del lavoro trasmessa a tutti i collaboratori, cura dei minimi dettagli, sono gli elementi che rendono la gestione bianconera un modello per l’intero mondo calcistico.
La competenza nella gestione del parco calciatori, la capacità di scoprire talenti in tutto il mondo ed una gestione curata in ogni minimo dettaglio hanno portato l’Udinese ad ottenere negli anni importanti risultati sia a livello di club che di prestazioni dei singoli giocatori.
Nelle ultime stagioni è stata la sola squadra, oltre ai grandi club, ad essere stata consecutivamente iscritta al massimo campionato di calcio italiano. Il prossimo anno infatti disputerà per la 17^ volta il Campionato Serie A TIM e grazie al quarto posto, a quota 66 punti, raggiunto in questa stagione, disputerà il preliminare di Champions League il prossimo agosto, per la sua seconda volta nella storia: si tratta della 9^ partecipazione ad una competizione europea nella storia bianconera.
L’attuale rosa di Udinese, che anche quest’anno si è confermata come una delle più giovani del massimo campionato italiano, presenta ben 16 giocatori che fanno attualmente parte della rispettiva Squadra Nazionale.

21 maggio 2011

LA "BARCHETTA"TRIONFA A TRIESTE

Con una motivazione che ha strappato l'applauso, la Ferrari 166 "Barchetta" Touring è stata eletta "Best of Show" al Concorso di Eleganza "Castello di Miramare", organizzato nel week end del 14/15 maggio dalla Associazione Amatori Veicoli Storici.
"La 166 ha uno stile originale, innovativo ed è dotata di un appeal che non è mai stato scalfito dal tempo o dalle mode", ha sottolineato l'ingegnere Leonardo Fioravanti, presidente della giuria del Concorso triestino. Ma l'ex-direttore della Pininfarina ha anche aggiunto: "Quest'auto rispecchia alla perfezione il valore italiano ed è stata fondamentale per la formazione del più famoso tra i brand di casa nostra. Perché le prime Ferrari avevano una tecnica superlativa ma, onestamente, erano piuttosto bruttine. Poi nel 1948, arriva quel capolavoro della Touring: una linea fatta di niente, eterna dimostrazione che bastano pochi tratti felici per entrare nella storia dell'auto".
Un giudizio che ha consacrato il valore storico, oltre che stilistico, della Ferrari 166 e che ha avvalorato il successo della prima edizione del Concorso "Castello di Miramare", subito entrata nell'elenco delle più importanti manifestazioni del mondo per il livello delle auto e per il valore della giuria.
La "166" ha svettato su altre 28 concorrenti in rappresentanza delle più belle e celebri vetture costruite tra il 1930 e la fine degli Anni '70, suddivise in tre periodi distinti. Si sono visti alcuni "pezzi unici" ed altri esemplari rari o ancora poco conosciuti, tutti scelti con cura dalla AAVS, e che hanno destato curiosità anche tra il pubblico meno esperto ma che ha seguito con simpatia le fasi della manifestazione. Tra questi l'incredibile Stutz M8 Cabriolet "LeBaron" del 1930, perfetta ma non restaurata - e quindi con un sapore unico - e l'Alfa Romeo 2300 B MM Touring, in versione spider, che ricorda un aereo dell'anteguerra.
Molto ammirata anche l'Alfa Romeo 6C 2500 della Carrozzeria Bertone (realizzata nel 1942), dalle volumetrie sensualissime. Questa coupé molto particolare è stata portata a Trieste dall'appassionato Corrado Lopresto; non a caso ha vinto un primo premio nell'esclusivo Concorso di Pebble Beach nel 2010 ed ha talmente colpito il pubblico che l'ha proclamata vincitrice morale della manifestazione.
Tra le altre vetture inedite, la sorprendente Aurelia B52 Coupé Vignale che tutto sembra fuorché una Lancia e ancora la Ferrari Pinin a 4 porte, la rara Fiat 8V Zagato del 1954 e la Iso Grifo A3/C, in assoluto la decima vettura della serie allestita dall'ingegnere Bizzarrini in collaborazione con la Casa lombarda.
La giuria, composta oltre che da Fioravanti, dai celebri "stilisti" Enrico Fumia e Tom Tjaarda e dallo storico Adolfo Orsi, ha scelto l'Alfa Romeo 6C 2300 B "Mille Miglia" del 1939 quale miglior vettura tra quelle del primo periodo storico (fino al '40). Si tratta della classica "berlinetta" Touring a 4 posti, costruita in piccolissima serie (107 esemplari) e derivata dalla vettura prima di classe alla Mille Miglie del '37. Quindi un altro successo per la Carrozzeria milanese, rappresentata a Trieste da sei capolavori. Tra questi, ammiratissima - in particolare dal pubblico che il sabato ha affollato Piazza dell'Unità - l'Alfa Romeo 6C 2300 B, realizzata in versione spider per conto del pilota Franco Cortese, vittoriosa nel Campionato Italiano Sport nel 1938. Una vettura storicamente celebre, "caratterizzata da linee pure ed essenziali - ha sottolineato l'ingegner Fumia -, che è incredibilmente vicina ad alcuni, recenti, modelli Audi".
Anche la Pininfarina è stata ottimamente rappresentata con sette vetture, tra le quali anche la Ferrari "Pinin", unica berlina a 4 porte del Cavallino. Il premio per le auto del terzo periodo (dal '60 a fine Anni '70) ha infatti visto prevalere una rossa Ferrari 275 GTB del 1964, che ha avuto come primo proprietario il compianto pilota Lorenzo Bandini.
"C'è stato un ampio dibattito su questa scelta - ha sottolineato ancora l'ingegnere Fioravanti -, perchè sia io che i colleghi Fumia e Tjaarda abbiamo iniziato a lavorare proprio nel periodo in cui sono nate queste vetture, tutte note e tutte di valore. Abbiamo deciso di premiare la GTB perché è certo che anche in un futuro lontano continuerà a rappresentare perfettamente il marchio Ferrari e la sua importanza".
L'ingegnere Fioravanti ha però aggiunto una interessante nota storica, suggerita dalla sua esperienza alla Pininfarina, dove è entrato nel 1964: "È noto che parecchie Ferrari siano state disegnate dalla Pininfarina e poi costruite dalla Scaglietti di Modena. Con la GTB è invece accaduto il contrario: il progetto è di Scaglietti e successivamente Pininfarina ha apportato minime modifiche per poi costruirla in serie. E questo si nota, perché la GTB ha un fascino indiscutibile ma lo stile è molto caricato e grintoso mentre Pininfarina avrebbe certamente puntato su una linea meno aggressiva".
Non solo passerella. Grazie anche a questi contributi, l'AAVS ha centrato uno dei fondamentali temi del Concorso: diffondere la cultura dell'auto tramite la ricerca di vetture non solo bellissime ma importanti e rappresentative nel loro periodo.

"RISPETTA LE REGOLE" CONTINUA CON SUCCESSO

Dal 19 al 21 Maggio: “RISPETTA LE REGOLE” riparte! Duecento ragazzi delle Scuole coinvolti a riflettere sul tema della Sicurezza Stradale e sul Rispetto delle Regole, Il Parco Terminal Nord a Udine, accoglie i ragazzi nella sua particolare cornice, che si è trasformata in una insolita aula didattica. A coprire i panni di preparatissimi “professori”in questi 3 giorni all’insegna del Rispetto delle Regole: Il Corpo Forestale Regionale, Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco comando provinciale di Udine, l’Associazione Volontari italiana Sangue- Avis Friuli Venezia Giulia, e il Vespa Club di Udine, il Corpo Forestale dello Stato - Nucleo operativo Cites di Trieste, Dog Island, AutoScuola Funanà, Casa dei Risvegli Luca De Nigris di Bologna. Grazie al Patrocinio di Comune di Udine, Provincia di Udine, Camera dei Deputati, Larea – Arpa FVG, Adiconsum Udine, Amici della Terra Onlus, Anpana, Auser, Coni Udine, Net, Unitalsi Triveneto.
Fino a Sabato 21 più di 200 bambini delle scuole di Pordenone, Codroipo fino a Isola avranno l’occasione di scoprire i segreti del bosco grazie al Corpo Forestale Regionale, di salvaguardare l’ambiente dagli incidenti con le spiegazioni dei Vigili del Fuoco, di capire l’importanza del valore e rispetto delle regole anche nello sport grazie al Vespa Club di Udine.Anche grazie alle testimonianze dirette di sofferenza che si può trasmettere il valore del rispetto per sé e per gli altri, l’Associazione Italiana Volontari Sangue informerà i più giovani sull’utilizzo delle cinture di sicurezza e del casco. Parlare di regole significa comprendere tutte le sfere della vita civile. Grazie alla presenza di un cane lupo Dog Island si parlerà dell’abbandono degli animali e delle tecniche corrette di avvicinamento.
Sabato 21, nella giornata dedicata alla Sicurezza sulla Strada, importantissimo l’intervento della Casa dei Risvegli Luca de Nigris di Bologna, che da anni si occupa del recupero dei ragazzi usciti dal coma a seguito di incidenti stradali, che attraverso laboratori teatrali farà riflettere i più giovani sull’importanza del rispetto delle regole sulla strada...come nella vita!
Per aiutare i ragazzi prossimi al patentino, ad essere sempre più consapevoli dei rischi della strada, l’AutoScuola Funanà, attraverso una lezione di guida sicura, metterà alla prova gli studenti sul rispetto della segnaletica stradale e spiegherà i comportamenti corretti da adottare alla guida del ciclomotore.
L’ormai noto concorso che accompagna l’iniziativa dalla sua data inaugurale, sta prendendo forma nei grandi cartelloni che affollano l’aula didattica, dove grandi e piccini possono lasciare la loro “impronta” sul tema del rispetto delle regole. L’opera più bella verrà premiata nella giornata conclusiva del progetto Sabato 29 maggio e si trasformerà in una vera e propria campagna pubblicitaria rivolta proprio ai ragazzi. Per i più piccoli ancora tanti giochi di abilità e tante prove pratiche alla guida di macchine specialissime per scoprire divertendosi i segnali stradali.

20 maggio 2011

JAZZ & WINE OF PEACE A CORMONS

La seconda edizione di JAZZ & WINE OF PEACE - SCONFINANDO rappresenta l’offerta musicale che il Circolo CONTROTEMPO realizzerà dal 22 maggio - giorno della Fieste da Viarte - fino all‘1 luglio 2011, per la quarta edizione di Sconfinando - Terrirori senza Confini, progetto di interesse regionale che mette in luce le attuali tendenze dell’area culturale alpino-adriatica.
I consueti appuntamenti estivi del Circolo CONTROTEMPO, per quest’anno saranno realizzati grazie al contributo di Comune di Cormòns, Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Gorizia, Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, Camera di Commercio di Gorizia, la collaborazione di Agenzia Jota e Culturaglobale, e vedranno quattro concerti a ingresso libero (più due sconfinamenti) ambientati nelle due piazze principali della cittadina: piazza XXIV maggio e piazza Libertà.
Il giorno successivo al concerto di NIK BÄRTSCH's RONIN per TRIESTE. LE NUOVE ROTTE DEL JAZZ 2011, il 22 maggio 2011, in piazza XXIV maggio, alle ore 19 a Cormons - preceduto dalla Premiazione Premio Letterario Dolfo Zorzut - aprono il cartellone della rassegna JAZZ & WINE OF PEACE - SCONFINANDO gli JASHGAWRONSKY THE BROTHERS, tra gli inventori del genere musicale più strano del mondo: la musica da riciclo.
Dopo aver esplorato la musica da cucina ottenendo suoni incredibili con scope, imbuti, barattoli, cucchiai, piatti, bicchieri, tubi e cestini, eccoli pronti ad affrontare il mondo della lavanderia: batteria stendino, lavatrici e spazzoloni contrabbasso, ferri da stiro fumanti e molto altro. Radio Armeniac è uno show dove la musica e il circo si incontrano per dare vita a un’ora e mezza di comicità moderna, giocoleria, acrobazie ed un tocco di “sensualità”. Insomma: lavatevi bene le orecchie e godetevi lo spettacolo più unico del mondo: “Radio Armeniac: washing sound machine from dirty space”.

19 maggio 2011

ZAMPARO E IL TEMPO DEI SEGNI

S'intitola Il tempo dei segni la mostra con le opere di Giovanni Zamparo che sarà aperta sabato 21 al Centro socio-riabilitativo educativo (Csre) a Tavagnacco, in via dell'Asilo. All'inaugurazione, prevista per le 17, interverranno il presidente del centro culturale Settetorri per il terzo Millennio Stefano Urbano, il Sindaco di Tavagnacco Mario Pezzetta e il noto pittore Arrigo Poz.
La rassegna artistica potrà essere visitata fino al 12 giugno con i seguenti orari: da lunedì a venerdì dalle 17 alle 19:30; sabato e domenica 10-12:30 e 15-19:30.

GERVASONI AL GIOVANNI DA UDINE

Cala il sipario sulla Stagione 2010/2011 del “Giovanni da Udine” con un doppio appuntamento dedicato al compositore Stefano Gervasoni: per il ciclo Sentiti da vicino, ricognizione diretta della figura e dell’opera dei nostri maggiori musicisti contemporanei, il Teatro Nuovo ospiterà giovedì 19 maggio un incontro aperto al pubblico (ore 16.00) e il concerto degli ensemble Exaudi e L’Instant Donné (ore 20.45).
L’incontro con Gervasoni, che si svolgerà a ingresso libero nello Spazio Fantoni, sarà condotto da Angelo Orcalli, docente di Musicologia e Storia della musica all’Università di Udine. L’atteso concerto vedrà invece affrontare Masques et Berg (tre duetti per violino e viola), Recercar cromaticho post il Credo (per quartetto d’archi) e, in prima esecuzione italiana, Dir-in Dir (per sestetto vocale e sestetto d’archi).
Nato a Bergamo nel 1962, Stefano Gervasoni, è stato da subito considerato uno dei più promettenti giovani compositori italiani e, di conseguenza, la sua produzione musicale è stata pubblicata da Ricordi fin dal 1987. Ha intrapreso lo studio della composizione nel 1980 su suggerimento di Luigi Nono e ha frequentato il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, studiando con Luca Lombardi, Niccolò Castiglioni e Azio Corghi. Dopo aver frequentato la classe di György Ligeti in Ungheria, ha completato la propria formazione all’IRCAM di Parigi (“Cursus de Composition et Informatique Musicale”, 1992).
Si è poi affermato sulla scena internazionale durante il soggiorno a Parigi (dal 1992 al 1995): in questo periodo ha ricevuto numerose commissioni dalle principali istituzioni francesi ed è stato nominato membro dell’“Académie de France à Rome”.
Dal 2001 insegna Composizione al Conservatorio di Bergamo e nel 2005 è stato compositore in residenza presso il Conservatorio di Losanna.
L’ensemble Exaudi, fin dal suo debutto nel 2002, si è rivelato come uno dei maggiori ensemble di musica contemporanea. Fondato da James Weeks (direttore) e Juliet Fraser (soprano), ha la propria sede a Londra e annovera tra i suoi componenti alcuni tra i migliori talenti vocali del Regno Unito.
L’Instant Donné è un ensemble strumentale che si dedica all’interpretazione della musica da camera contemporanea. Ogni membro partecipa collegialmente alle decisioni e, quindi, la formazione ha acquisito una visione artistica, come pure uno stile lavorativo, che predilige i progetti di musica da camera senza direttore: per questo l’affiatamento tra gli elementi dell’ensemble è uno degli elementi chiave dell’interpretazione musicale.
Per informazioni, contattare l’Infopoint del “Giovanni da Udine” (0432.248418), consultare il sito ufficiale (www.teatroudine.it) o iscriversi alla fan page su Facebook (www.tinyurl.com/teatroudine).

18 maggio 2011

TRA MINIMALISMO E FUNK

Il programma de LE NUOVE ROTTE DEL JAZZ 2011 prosegue al Teatro Miela di Trieste, il 21 maggio, alle ore 21, con l’esibizione di THE JAXXOPHONES, una giovane formazione composta da 5 sassofoni, una voce, due chitarre, basso e batteria, scelta per suggellare la fruttuosa collaborazione tra Circolo CONTROTEMPO e i Corsi di Jazz del Conservatorio G.Tartini di Trieste, cominciata al Festival Jazz & Wine of Peace di ottobre 2010.
A seguire, un’unica data italiana: NIK BÄRTSCH's RONIN. La band del musicista svizzero - uno degli uomini “nuovi” del jazz contemporaneo - all’attivo ha tre album per la ECM (Stoa, Holon e Llyria), e al Miela esegue una musica che paga un tributo ai grandi minimalisti, fatta di equilibri e tensioni, di rapporti tra oriente e ambiente metropolitano.Con le loro costruzioni modulari, le pulsazioni polimetriche, i temi ricorrenti e le complesse architetture a incastro, le composizioni del pianista svizzero creano uno spazio linguistico nuovo tra minimalismo e funk.
I biglietti sono disponibili su www.vivaticket.it (con diritti di prevendita), o presso la biglietteria del Teatro (in questo caso nei tre giorni che precedono il concerto, dalle 17 alle 19), +39 040 365 119.

16 maggio 2011

MUSICA CONTEMPORANEA A UDINE

Al Teatro Giovanni da Udine appuntamento il 19 maggio con la musica contemporanea (ingresso libero). L'evento si intitola I Nuovi Suoni - SENTITI DA VICINO: STEFANO GERVASONI e avrà due momenti: alle 16 Incontro con Stefano Gervasoni condotto da Angelo Orcalli, docente di Musicologia e Storia della musica, Università di Udine; alle 20.45 Concerto (L’instant donné - ensemble strumentale; Exaudi - ensemble vocale); Masques et Berg per violino e viola; Recercar chromaticho post il Credo per quartetto d’archi; Dir - in Dir per sestetto d’archi (Prima esecuzione in Italia).

13 maggio 2011

ITINERARI PER IL GPS CON DUERUOTE

C'è un motivo in più, questo mese, per recarsi in edicola ad acquistare Dueruote (Editoriale Domus). Assieme al numero di giugno, infatti, è possibile avere anche L'Atlante stradale del motociclista, una guida di 224 pagine aggiornata al 2011. Definirlo Atlante è però riduttivo, poiché si tratta di un vero e proprio vademecun da consultare spesso e da tenere sempre nella "biblioteca" della moto. Ci sono per esempio consigli sull'abbigliamento, i check da eseguire prima della partenza, i musei da visitare e tanto altro ancora.
Ma l'Atlante di Dueruote si fa anche più moderno poichè è possibile avere gli itinerari turistici consigliati e testati dai redattori sul proprio nabigatore satellitare. Come fare? Molto semplice. Basta collegarsi al sito www.motonline.com, inserire il codice presente su ogni copia dell'Atlante e scaricare il percorso ottimizzato per il proprio navigatore. Ci sono ben 264 itinerari turistici per quest'estate. C'è solo l'imbarazzo della scelta.

A PADOVA EMERGE L'ELETTRICO

Torna anche quest’anno alla Fiera Campionaria di Padova (14-22 maggio, via Tommaseo 59) l'appuntamento con Sau (Salone auto nuovo, usato e d’occasione), giunto alla settima edizione. Tre interi padiglioni tutti dedicati al mondo dei motori, con l’esposizione di circa mille modelli nuovi, usati e a chilometro zero. In “pista” veicoli di tutte le principali case automobilistiche: la visita in Fiera potrà essere l’occasione per vedere da vicino gli ultimi modelli, ma anche per entrare in contatto diretto con i concessionari. Lo scorso anno sono state numerose le trattative di acquisto avviate e chiuse direttamente in Fiera proprio nei giorni della Campionaria.
Molte le novità proposte in Fiera: fra queste, il nuovo fuoristrada Fiat Freemont, la Toyota Verso-S, la Cytroen DS4, la Jeep Grand Cherokee e la Nuova Mito. Non mancherà di suscitare attenzione e curiosità l’Alfa Romeo 8C, esclusiva vettura sportiva prodotta in serie limitata e firmata dal designer tedesco Wolfang Egger.
Fra le novità di quest’anno proposte da Sau, oltre allo spazio Diabli dedicato alla mobilità dei disabili, la presenza di un’ampia area Green, che proporrà ai visitatori un interessante squarcio sulla mobilità del futuro: saranno proposti quindici nuovi modelli ecologici a emissioni zero o a basso impatto ambientale, veicoli elettrici e veicoli ibridi. In esposizione, fra l’altro, la nuova auto elettrica a emissioni zero Birò prodotta dalla Estrima di Pordenone: comoda come un’auto, si guida senza patente (basta il patentino) e si parcheggia nello spazio di un motorino. In Fiera anche la nuova Peugeot iOn elettrica, la Peugeot 3008 Ibrid e la Citroen C-zero elettrica. Ci saranno poi i modelli Toyota Prius e Auris oltre agli scooter elettrici Eva e Tk della Lukas Two. La proposta di Green Sau conferma l’attenzione di PadovaFiere ai grandi temi ambientali e rappresenta un’occasione unica per scoprire un mondo – quello delle auto elettriche – che è già una realtà e che, grazie anche alle innovazioni introdotte dalla ricerca, sembra destinato a prendere piede nei prossimi anni. In Fiera saranno poi proposti alcuni modelli di auto rappresentativi di diversi decenni del secolo scorso: accanto all’esposizione dei veicoli, una scheda tecnica con la descrizione dei livelli di emissione. Un’occasione per mettere a confronto l’impatto ambientale dei diversi mezzi a quattro ruote e per aprire una riflessione sul tema della mobilità sostenibile.
Alla Campionaria di Padova ci sarà spazio per un’anteprima di Expobici, il salone dedicato al ciclo in programma dal 24 al 26 settembre 2011: in esposizione una selezione di bici elettriche di diversi marchi (Bottecchia, Cicli Olympia, Italwin, Ducati, Ciclo Promo Components, BionX, Zero Emissioni, Ferr Casa, Freesbee, Dinghi, Wayel, Wings, El ciclo, Konig, San Patrignano, Kask. World Dimension). Fra le proposte più originali, il sistema BionX, importato dal Canada e distribuito da Ciclo Promo Components: un dispositivo leggero e facile da installare su ogni tipo di bici che consente di trasformare – in qualsiasi momento e in pochi minuti - la propria due ruote tradizionale in un veicolo elettrico.

FOTO-BIO-GRAFIA: MOSTRA A SPILIMBERGO

Organizzata dal Craf, sarà inaugurata oggi sabato alle 10,30 la mostra open air Foto - BIO - Grafia. Il mondo rurale di Gianenrico Vendramin. L'appuntamento è per le 10.30 in Via Cisternini, a Spilimbergo.

12 maggio 2011

LE ALFA STORICHE "DISCRIMINATE "

La notizia viene da Torino, ma potrebbe interessare anche gli "alfisti" friulani. Domani sera, venerdì, infatti si svolgerà un raduno dell’AlfaClub Piemonte per discutere dei problemi che ancora deve affrontare il RIAR (Registro Italiano Alfa Romeo) per far ottenere anche alle auto di particolare Interesse Storico della Casa del Biscione le stesse agevolazioni (bolli e assicurazioni) che già sono previste per le auto che hanno compiuto 20 anni. Il RIAR, come prevede il Codice della Strada (Articolo 60, comma 4), ha tra le sue principali caratteristiche quella di iscrivere nei suoi registri storici anche delle auto con meno di 20 anni di anzianità, esattamente come l’ASI, il Registro Fiat e quello della Federmoto.
Purtroppo, però, questo non accade in Piemonte. In Lombardia, però, il RIAR ce l’ha fatta ed a Torino un passo in avanti dal punto di vista assicurativo è stato compiuto dal “Club della Barchetta Fiat”. Perché con l’Alfa Romeo non dovrebbe essere la stessa cosa? In fin dei conti si tratta di un numero esiguo di vetture, tutte rigorosamente di Interesse Storico. Un patrimonio non immenso, anche se tecnicamente molto importante, che sarebbe utile, per non dire indispensabile, non disperdere.
Ed ecco la lista completa di tutte le Alfa Romeo omologabili (Epoca e Interesse Storico) aggiornata al 2011:
- Spider 1.6 (tutte le versioni)
- Spider 2.0 (tutte le versioni)
- 33 (tutte le versioni)
- Alfa 75 (tutte le versioni)
- 164 3.0i V6
- 164 2.0i V6 Turbo
- 164 3.0i V6 24V Q4
- 164 2.0 Twin Spark
- SZ
- R.Z.
- 155 2.0i turbo 16V Q4
- 155 2.0 i Turbo 16V GTA
- 155 2.5i V6
- GTV (tutte le versioni)
- Spider (tutte le versioni)
- 145 1.7 16V
- 145 2.0 16V Twin Spark Quadrifoglio
- 146 1.7 16V
- 146 2.0i Twin Spark 16v ti
- 145 Junior
- 146 Junior
- 156 2.5i V6 24V Q System
- 156 GTA 3.2 V6 24V
- 156 Sportwagon GTA 3.2 V6 24V
- 156 1.9 JTD (solo esemplari prodotti fino al 31-12-1998)
- 156 2.4 JTD (solo esemplari prodotti fino al 31-12-1998)
- Crosswagon 1.9 JTD 16V Q4
- 166 2.5 V6 24V
- 166 3.0 V6 24V
- 166 2.0i V6 TB Super
- 166 3.2i V6 24V
- 147 GTA
- GT 3.2 V6 24V
- 156 2.5 V6 24V TI
- 156 V6 24V TI Sportwagon
- 8C Competizione
- Mito R.I.A.R.

11 maggio 2011

CONCORSO DI ELEGANZA A TRIESTE

L'elegante ed esclusiva Alfa Romeo 6C 2500 Cabrio del '50 (Pinin Farina), appartenuta ad Ali Aga Kahn nel periodo in cui risiedeva in Italia ed era marito della divina Rita Hayworth (la "Gilda" dello schermo). La Lancia Aurelia B52 di Vignale/Bonetto, fantasiosa e dissacrante interpretazione della classica "granturismo" torinese, che sfilerà accanto alla composta e tradizionale coupé B20 di Pinin Farina. La Iso Grifo A3/C, aggressiva e avveniristica coupé del '64, progettata dall'ingegnere Giotto Bizzarrini dopo avere realizzato nel suo periodo alla Ferrari la celebre "GTO". La Ferrari "Pinin" del 1980, unica berlina a 4 porte con il marchio del Cavallino e realizzata dalla Pininfarina.
Queste ed altre 26 auto prestigiose, costruite tra il 1930 e gli Anni '70, sono state selezionate dalla Associazione Amatori Veicoli Storici per il Concorso di Eleganza "Castello di Miramare" che si terrà a Trieste il 14 e 15 maggio.
Nella scelta della "numero uno", sarà una sfida tra la scuola italiana (soprattutto per quanto concerne i carrozzieri) e i migliori nomi di America, Francia, Germania e Gran Bretagna.
Il giudizio verrà espresso da una giuria esaminatrice, composta da esperti e scelta tra prestigiosi designers e storici di fama internazionale. A presiederla è stato chiamato l'ingegner Leonardo Fioravanti e con lui ci saranno Enrico Fumia, Adolfo Orsi, Lorenzo Ramaciotti e Tom Tjaarda.
Tutte le vetture potranno essere ammirate nel parco del Castello di Miramare domenica 15 dalle 10 alle 16, con ingresso libero.

GOLFISTI CONTRO MARINAI IN CROAZIA

Il gruppo Falkensteiner lancia il 2° Trofeo Green versus Sea, una sfida che vedrà scontrarsi golfisti contro marinai in una prova di abilità/caccia al tesoro “on the road” che avrà come scenario le spettacolari coste croate e che farà tappa in tre delle più affascinanti residenze Falkensteiner, Hotel THERAPIA, Hotel ADRIANA e Family Hotel DIADORA.
L'evento di quest'anno si ripete in Croazia e manterrà la partecipazione del Club Lamborghini Italia con un minimo di 10 equipaggi italiani composti da coppie con la loro Lamborghini e si svolgerà tra l'11 e il 15 di Maggio tra Crikvenica e Zara. Per i partecipanti avrà la forma di una sfida tra golfisti e velisti che accumuleranno punteggi in diversi giochi durante i 4 giorni del tour.
Green versus Sea è l’unico trofeo che unisce due categorie sportive che amano mettersi in gioco fino all’ultima mossa come il golf e la vela, portando con sé tutta l’eleganza, il lifestyle e il benessere che collega questi due mondi così affascinanti. L’avvenimento è reso ancor più esclusivo dalle modalità di questa divertente sfida che vedrà scontrarsi rappresentanti del mondo del golf e della vela a colpi di prove di abilità tra i poetici e suggestivi paesaggi: il percorso è diviso in 4 tappe, che saranno percorse a bordo di 12 splendide Lamborghini biposto. I 12 equipaggi, 6 per ciascuna categoria, partiranno l'11 maggio e percorreranno in 4 giorni centinaia di chilometri e, come in una vera caccia al tesoro, ad ogni team verrà consegnata una road-map. Ogni equipaggio giocherà per la propria categoria, dandole così la possibilità di vincere, oltre ad aggiudicarsi il successo individuale come team. Alla fine del gioco una giuria, guidata dal noto artista partenopeo Alessandro Antonino, autore delle “imperfezioni”, opere d'arte su creta, e composta da giornalisti specializzati e manager del marketing Falkensteiner, decreterà e premierà il team vincitore.
Partner dell'evento, oltre al Lamborghini Club Italia, sono Giulietta Capuleti Fragrance (deliziosi profumi creati da Mara De Guidi), Florian – Venezia 1720 (cioccolato, caffé, fragranze, collane), Thun (articoli da regalo e collezione) e Open Mind Services.

7 maggio 2011

IRRESISTIBILE VERDUCI A TARCENTO

Nuovo successo per la Piubello Invest, che ha inaugurato, al ristorante Costantini di Tarcento, la prima “Cena con l’ospite” grazie a uno spumeggiante Giorgio Verduci, dimostrando dunque quanto sia vincente oltre che divertente il binomio comicità-gastronomia e con l’intento di darne seguito con altre esilaranti variazioni sul tema.
Infatti, se sul piatto, ha primeggiato la delicata stagionalità di asparagi e sclopit, accompagnati dai bianchi decisi de “La Viarte”, in sala la spontaneità e la verve di Verduci hanno sorpreso e rapito il pubblico presente, tanto da renderlo divertito complice.
Le capacità di questo poliedrico comico, meritatamente consacrate con Zelig, sono dunque emerse fin dalle prime battute, da un lato creando un genuino tutt’uno con la sala, dall’altro riuscendo a spaziare fra diversi personaggi e situazioni con un unico filo conduttore, ossia quello delle risate fragorose.
Da un esilarante Padre Donovan alle sempre più attuali “battute” de Il Castigatore, Giorgio Verduci ha così battezzato la platea friulana, ricevendo genuini applausi, anche nelle continue ma mai stonanti improvvisazioni con un pubblico trascinato dalla sua bravura e restio a congedarlo.
Conferme e congratulazioni tanto all’organizzatore della serata, Massimo Piubello, quanto al comico protagonista, anche dalla famiglia Riva, sponsor della serata con il suo marchio Eidomed Sistemi Medicali.

6 maggio 2011

REGOLE: SE LE CONOSCI LE RISPETTI

Parte domani 7 maggio a Udine un interessante progetto: si chiama “Rispetta le regole” e si propone di coinvolgere tutti, adulti e bambini, in una serie di iniziative ed eventi sul rispetto delle regole e in particolare sulla sicurezza stradale.
L’idea è stata concretizzata grazie all’adesione concertata di Ministero dei trasporti-Direzione Territoriale Nordest, Protezione Civile Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Comando Provinciale di Udine, Croce Rossa Italiana comitato provinciale di Udine, Corpo Forestale dello Stato - Nucleo operativo Cites di Trieste, Corpo Forestale Regionale - Regione Friuli Venezia Giulia, Romeo Tugliozzi responsabile della Polizia Postale di Udine, Vespa Club di Udine in collaborazione con la Federazione Italiana Motociclisti, Associazione Nazionale paracadutisti d'Italia, E con il patrocinio di Comune di Udine, Provincia di Udine, Camera dei Deputati, Larea – Arpa FVG, Adiconsum Udine, Amici della Terra Onlus, Anpana, Auser, Coni Udine, Net, Unitalsi Triveneto.
Teatro di questa originalissima kermesse è il Parco Commerciale Terminal Nord di Udine.
Si parla quindi innanzitutto di regole, del loro valore per una convivenza fondata sul rispetto, sulla responsabilità, sulla legalità; e i primi ad essere coinvolti - perché saranno i cittadini di domani - sono i bambini e i ragazzi delle scuole del territorio che diverranno protagonisti di una serie di iniziative. Interessante il Concorso COMUNICA IL VALORE DELLE REGOLE, che li invita a riflettere sul concetto di regola e di sicurezza stradale e a realizzare elaborati grafici o multimediali che esplicitino in modo efficace un messaggio a favore delle regole. Le opere più significative verranno premiate Domenica 29 maggio e il lavoro vincitore verrà utilizzato per realizzare una vera e propria campagna pubblicitaria.
Fino al 29 maggio ci sarà la rassegna: qui la rete di soggetti che ha aderito a “Rispetta le regole”, la cordata di istituzioni, associazioni, enti che sostengono e promuovono il progetto dà vita ad un mega contenitore, ricchissimo di eventi. E per i più piccoli ci saranno giochi, gare di abilità, mostre, concorsi a premi e lezioni di pratiche di conoscenza della strada.
Sono ben 700 i ragazzi che con i loro insegnanti hanno dato la loro adesione alle lezioni dimostrative, che finiscono per coinvolgere tutti, anche le famiglie e tutta la comunità.
Nella sua giornata inaugurale Sabato 7 maggio, i ragazzi del LICEO MARINELLI avranno l’opportunità di incontrare da vicino istituzioni ed enti.
Ecco il programma di Sabato 7 e Domenica 8 Maggio
7 Maggio
Corpo Forestale dello Stato – Ispettorato di Udine
Mostra permanente su alberi e sottobosco e rassegna sulle piante tipiche della nostra regione
Lezioni e Laboratori per i ragazzi delle scuole a cura: Corpo Forestale Regionale - Regione Friuli Venezia Giulia

Vespa club
Mostra di moto, dimostrazioni per raffrontare i sistemi di frenatura e i rischi nei quali si può incorrere

Polizia postale
Lezione sulla pirateria e internet

Corpo Forestale dello Stato - Nucleo Operativo Cites
Mostra permanente degli oggetti sequestrati perché illegali (animali impagliati, coralli, pelli di animali ecc).

8 maggio
Corpo Forestale dello Stato – Ispettorato di Udine
Mostra permanente su alberi e sottobosco e rassegna sulle piante tipiche della nostra regione

Corpo Forestale dello Stato - Nucleo Operativo Cites
Mostra permanente degli oggetti sequestrati perché illegali (animali impagliati, coralli, pelli di animali ecc).

Segreteria organizzativa “RISPETTA LE REGOLE”
Dott.ssa Chiara Argentero | Indalo Comunicazione
T +39 051 0933400 | F +39 051 6569327
segreteria@indalo.it | http://www.indalo.it

GET THE BLESSING A TRIESTE

Secondo appuntamento con la rassegna TRIESTE. LE NUOVE ROTTE DEL JAZZ 2011, che anche quest’anno Circolo CONTROTEMPO realizza con il contributo della Provincia di Trieste, in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia, Teatro Miela/Bonawentura, Goethe Institut e Conservatorio G.Tartini. L’appuntamento fisso per appassionati di “percorsi alternativi” intorno al Jazz, sperimentazioni elettroniche, Funk e Acid Jazz, è giunto alla IX edizione con un’offerta musicale in esclusiva italiana davvero allettante per un pubblico sempre in cerca di nuove rotte culturali. Fino all’1 giugno 2011, sul palco del Teatro Miela si alterneranno importanti Dj europei, vecchie glorie del Trip-hop, suoni Minimal ma anche mood “poliziescamente funkeggianti”.
Dopo il concerto CHRISTIAN PROMMER DRUMLESSON LIVE, è ora la volta - sabato 7 maggio, sempre alle 21.30 - è la volta di GET THE BLESSING, una delle band di jazz/trip-hop più interessanti del Regno Unito, che negli anni è riuscita a creare un suono unico, sfuggente da ogni facile classificazione, dai toni arrembanti, beat infetti e gioiosa spontaneità collettiva, vincitrice tra l’altro del BBC Jazz Award 2008 per All is Yes (Cake/Candid), l’album di debutto. La formazione include glorie storiche dei Portishead, come il bassista Jim Barr e il batterista Clive Deamer (Robert Plant, Roni Size, Dr John, Tom Jones). A loro si sono aggiunte l’elettronica e il sax di Jake McMurchie (già con Portishead e Super Furry Animals) e la tromba di Pete Judge (Super Furry Animals).