30 giugno 2011

ESTATE IN CITTA': MUSICA, DANZA E CINEMA

Comincia al pomeriggio con due appuntamenti per i più piccoli il primo luglio dell’Estate in città a Pordenone. Alle 16.30 il Museo di Storia Naturale offre il laboratorio didattico “mammiferi ridotti all’osso” per ragazzi dai 6 ai 13 anni, mente la Biblioteca Civica ospita le letture per bambini da 0 a 6 anni Matilda mi racconti una storia?
Alle ore 17.30, sul sagrato del Duomo Concattedrale di San Marco di Pordenone, si inaugura la nona edizione di Giardini d’Arte, rassegna di opere d’arte itinerante, sculture in particolare, a cura del Centro Iniziative Culturali Pordenone in collaborazione con il Centro Culturale Casa A. Zanussi. I pezzi in mostra sono tutti da scoprire, perché ospitati nei cortili e in alcune piazzette del centro storico di Pordenone. Protagonista di questa edizione è lo scultore sacilese Alberto Pasqual. Le sue sculture di ferro, che sembrano materia viva che si spacca, si fonde e si apre di fronte a chi guarda, sono un’eco di reminescenze antiche, quelle che può suggerire un materiale che ha accompagnato l’evoluzione della storia dell’uomo. Il ferro ha la mobilità e la leggerezza della carta, oppure appare come creta duttile e malleabile, riproducendo forme che riportano alla natura, alla forma delle radici o alle stratificazioni di alcune rocce, con risultati ricchi di tensione che permeano ogni lavoro di un alone di mistero, evocando “forme primigenie in grado di suggerire pensieri felicemente esposti al vento della fantasia”, come afferma il critico Giancarlo Pauletto nella sua presentazione alla mostra. Abbinato a Giardini d’Arte c’è anche quet’anno un divertente programma di attività laboratori ali per bambini dai 6 ai 10 anni. Nei giovedì 7, 14 e 21 luglio, dalle ore 17.30 alle 19.00, Lisa Garau, atelierista di laboratori creativi, guiderà i bambini, alla scoperta del magico mondo delle opere di Pasqual e proseguirà con la vera e propria attività nel laboratorio creativo allestito nel Convento di San Francesco. L’ad. L’adesione è gratuita.
Per informazioni sui laboratori e le relative adesioni chiamare il Centro Iniziative Culturali, tel. 0434.553205, www.centroculturapordenone.it.
Alle 21 il Chiostro della Biblioteca Civica ospita il gruppo Acoustik'è, chiamato dal Cem come anteprima di C’era una volta il jazz: una formazione in quartetto – voce, chitarra, contrabbasso e batteria- composta da Lorena Favot, Gaetano Valli, Alessandro Turchet e Luca Colussi. In repertorio non ci sono omaggi o tributi di sorta, ma brani della tradizione jazzistica, i cosiddetti standard, affiancati a composizioni originali che guardano al presente (strizzando l'occhio al jazz ma anche al pop), al passato (pensando a Gershwin, Porter ed agli altri grandi inventori della canzone moderna) ma che si proiettano anche verso luoghi lontani, ormai sempre più vicini (Africa, Asia ed altre aree). L'ensemble lavora soprattutto nella dimensione acustica pur affrontando brani non necessariamente legati alla musica “unplugged”. Da questo punto di vista, al fianco della tradizionale chitarra jazz verrà usata la chitarra classica così come le percussioni prenderanno qua e là il posto della batteria. Gran parte del materiale proposto in concerto confluirà in un Cd di prossima realizzazione. L’ingresso è libero.
Alle 21 nel parco di San Valentino (in caso di maltempo all’auditorium Concordia) scatta l’ora della danza von lo spettacolo “Le quattro stagioni” a cura della Polisportiva Nord, che raccoglie le coreografie più belle delle classi di danza classica, moderna, jazz, hip hop e ginnastica ritmica.
Alle 21.30 ad inaugurare la ricca rassegna di Cinema sotto le stelle in piazzetta Calderari sarà infine la spettacolare e avventurosa pellicola de “I pirati dei Caraibi”, di Rob Marshall, con Johnny Depp e Penelope Cruz. Ingresso libero, in caso di maltempo si va in aula magna.

Nessun commento: