22 giugno 2011

IL JAZZ DI NEW ORLEANS AD ASCONA

L’arrivo dell’estate ad Ascona, in Canton Ticino sulle rive del Lago Maggiore, coincide con l’evento JazzAscona. Parate e concerti all’aperto da abbinare a una gita alle Isole Brissago o al Monte Verità. Chi ama il jazz, e in particolare quello classico di New Orleans, non può farsi scappare l'occasione. Ascona - che è vicina a Locarno, poco oltre il confine italiano - ospita da ormai 27 anni questo evento dedicato alla musica jazz.
JazzAscona, quest’anno in programma dal 23 giugno al 3 luglio, costituisce la più importante manifestazione europea dedicata al jazz classico, con 180 concerti e 400 ore di grande musica dal vivo, dove si esibiscono i migliori solisti e le migliori band d’America e del vecchio continente. Impossibile fare nomi dall’album d’oro, ma si può affermare con certezza che in questo quarto di secolo sono passati dalla cittadina lacustre i migliori esecutori a livello mondiale di questo genere musicale, e ogni estate l’evento si ripete con vecchie glorie e giovani talenti. Solo per limitarci all’Italia, qui si sono esibiti in passato due artisti come Lino Patruno e Romano Mussolini.
Capace di richiamare in dieci giorni parecchie decine di migliaia di appassionati anche d’oltre confine, è un festival popolare e festoso, dove si propone l’atmosfera intima e speciale che si respira di norma nei jazz club, nei quali l’emozione passa attraverso il contatto ravvicinato – per mezzo della musica dal vivo – tra gli artisti e il pubblico.
Evento speciale del 2011 sarà l’omaggio che il festival attribuirà al grande Roy Eldridge, vero e proprio prodigio della tromba e traît d’union fra l'epoca di Louis Armstrong e quella del bebop, nel centenario della sua nascita. L’elenco completo delle band che si esibiranno è visibile sul sito www.jazzascona.ch.
JazzAscona vuol dire non solo i concerti serali sul lungolago, che dall’imbrunire si protraggono fino a notte inoltrata, ma per dieci giorni tutto il paese si trasforma in una fucina musicale legata a questo genere. Bar e ristoranti ospitano piccole band per allietare i loro clienti. Parecchi artisti, mai sazi di suonare, si esibiscono anche durante il giorno lungo strade e piazzette in concerti improvvisati. Magia del jazz. Ci sono poi i workshop e le mostre fotografiche specializzate, i negozi di vendita per libri, cd e vecchi dischi di vinile ormai introvabili, il sogno di ogni collezionista raffinato.

Nessun commento: