7 luglio 2011

TU MI FAI GIRAR... IL JAZZ!

E’ un giovedì sotto le stelle lungo e ricco il 7 luglio dell’Estate in Città a Pordenone con i negozi aperti, musei e biblioteca in apertura straordinaria e tante iniziative.
Al pomeriggio, ore 15.30, nel parco Pia Baschiera Tallon c’è il ballo con musica dal vivo per la gioia dei più anziani, che amano coltivare la socialità attraverso il ballo.
Alle 17.30 sotto la Loggia del Municipio cominciano le visite gioco con laboratorio organizzata dal Centro iniziative Culturali Pordenone, durante le quali Lisa Garau, atelierista di laboratori creativi, guiderà i bambini, alla scoperta del magico mondo delle opere di Alberto Pasqual, protagonista di Giardini d’arte, e proseguirà con il laboratorio creativo allestito nel Convento di San Francesco.
Alle 20 in piazzetta Freschi la città fa spazio ai giovani e alla loro musica classica o moderna con il progetto Naonian City Music. Particolarmente interessante è la formazione “Classic Frames” nata dall’amicizia e dalla voglia di suonare insieme di giovani studenti di musica classica tra cui Enrico Coden, Marco Polese, Leo Morello e Maria Lincetto. Il repertorio scelto per questo concerto è preso dalla musica barocca per flauto e basso continuo oppure cembalo obbligato. I “Looking Forward”sono invece un gruppo di giovanissimi musicisti capitanati da Marco Buttignol, figlio d’arte e promettente musicista, che si distinguono per un sound particolarmente accurata e la voglia di fare ricerca. Completa la serata la giovane cantautrice Aurora, che si dalla più tenera età si è cimentata
con canto pianoforte e chitarra, strumenti coi quali attualmente compone la sua musica, mescolando con brio jazz, blues, soul e rock'n'roll. Nel suo curriculum figurano le collaborazioni con “The Panicles” e i “Nipples”. Ora ha un proprio gruppo i “Sali e Tabacchi”. È allieva del pianista Rudy Fantin e della cantante Lorena Favot.
Nel pomeriggio prende il via la festa a cura di Pro Loco Pordenone “De qua e de là del Nonsel”, alle 19 aprono i chioschi enogastronomici in riva al Noncello e alle 20.45 la Chiesa della Santissima ospiterà il concerto dell’ensemble dell’Orchestra a Plettro Sanvitese, diretta da Elena Abolmazova. La formazione, che ha più di trent’anni di storia e un carnet di più di 300 concerti, alcuni dei quali all’estero, proporrà un repertorio classico e popolare, tra cui spiccano diverse canzoni popolari come “Portami tante rose”, “Carmè”, “La Biondina in Gondoeta” interpretate dal soprano Mariangela Casagrande e dal mezzosoprano Loreta Battistella.
Nel cortile di Palazzo Gregoris comincia alle 20.45 la rassegna “Musica e parole a Palazzo Gregoris” a cura della Società Operaia con “Storie di cantautori – viaggio nel cantautorato mondiale”. Rocco Burtone e Arno Barzan suonano, cantano e recitano le canzoni dell’epoca d’oro della grande canzone d’autore, in un percorso che va da Fred Buscaglione a Paolo Conte, Pierangelo Bertoli, Giorgio Gaber, Francesco De Gregori, Fabrizio De Andrè, Piero Ciampi, fino alla canzone francese di Jacques Brel, George Brassens, Leo Ferrè, spingendosi fino alla canzone d’autore latino americana e statunitense. Durante il concerto verrà coinvolto il pubblico nello scherzoso tentativo di comporre una canzone. L’ingresso è libero, in caso di maltempo la serata si svolgerà nella sede del sodalizio all’interno del palazzo.
Rispettivamente alle 20.45 e alle 21 i musei d’arte e di storia naturale propongono due visite guidate, l’una, “Il palazzo racconta”, dedicata alle sale affrescate di palazzo Ricchieri e alle collezioni, l’altra, “Natura in città” all’omonima mostra in corso che presenta il ricco patrimonio naturalistico dei parchi cittadini.
Alle 21 il Convento di San Francesco ospita “Tu mi fai girar”, un piccolo viaggio attraverso gli ultimi quarant’anni della musica italiana proposto dalla Cem Live Orchestra, con canzoni arrangiate per l’occasione in chiave jazz. Durante la serata si sentiranno ritornelli e motivetti celebri, specchio della nostra storia. L’orchestra, voluta dall’associazione Cem è diretta da Rudy Fantin ed è composta da 17 elementi tra cui le cantanti Lorena Favot, Michela Grena e Flavia Quass alla voce, Alessandro Turchet al contrabbasso. Ingresso libero
Alle 21.15 va in scena l’ultima replica dello spettacolo messo in scena dai Papu e dalla Compagnia Teatro alla Coque “Il Giovine Frankenstein”, per la regia di Mirko Artuso, in cartellone nell’arena verde del Castello di Torre tutte le sere fino al 7 luglio. Lo spettacolo si ispira al film “Frankenstein Junior” di Mel Brooks, ispirandosi ai dialoghi e alle atmosfere del capolavoro in bianco e nero del 1974 con le celeberrime interpretazioni di Gene Wilder e Marty Feldman, riproposte da Andrea Appi nel ruolo del Dottor Frankenstein e di Ramiro Besa in quello di Igor. Gli altri personaggi sono interpretati da una valida compagine di attori locali che da anni si muovono in ambito amatoriale-semiprofessionale e professionale (Anna Nigro, Stefania Petrone, Maria Grazia Di Donato, Enzo Samaritani, Paolo De Zan). Le scenografie sono di Laura Trevisan e Romeo Pozzolo. Le musiche dal vivo del fisarmonicista Paolo Forte. Ingresso 10 euro (ridotto 5), possibilità di abbinare cena “transilvanica” nel ristorantino dei Pnbox Studios.

Nessun commento: