26 agosto 2011

BLUES, ROCK, SOUL: MUSICA IN OGNI ANGOLO

Serata tutta On the Road, oggi venerdì, per il Pordenone Blues Festival nell’Estate in Città. A partire dalle 18 si respirerà blues in ogni angolo del capoluogo, con una quarantina di locali che predisporranno atmosfere e cicchetto a tema, il tutto documentato da telecamere e fotografi. Molti sono anche i concerti live, cui parteciperà anche il grande Tonky De la Pena, chitarrista e cantante spagnolo, già apprezzato in due concerti, questa volta in duo (al Bianco e Rosso) con il triestino Manlio Milazzi all’armonica, leader dei Tillamook, miglior band italiana al Rootsway 2008 di Parma. Il Fogo sarà animato da dj Frigo, Al Posta ci sarà l’energico show dei May Day, rock'n'roll,blues, soul band pordenonese composta da Flavio Turrin (sax e voce) Fabrizio Nicotra (chitarra), Matteo Olivieri (basso), Luca Santarossa (tastiere) Stefano Turco (batteria, cori), Azzurra Miotto (voce), Eliana Cargnelutti (voce, chitarra). Davide Drusian, figura di spicco nel blues del Nord Est con all’attivo importanti collaborazioni, si esibirà assieme alla sua band, tra cui figura anche Roberto Buttignol, al Tre di Coppe. Al London Pub, in collaborazione con il Cem, sarò di scena il duo di chitarre composto da Gianluca Tomarchio e Alberto Magaraci. Le Casette e l’Osteria al Tramai propongono “in società” nel suggestivo vicolo Ospedale Vecchio gli Yazoo, duo acustico di Gianni Massarutto , apprezzato armonicista e Andrea Fiore alla chitarra, che suonano un raffinato country blues. La Doctor Love Band , capitanata da Paolo Mizzau (voce, armonica) con Matteo Titotto alla chitarra, Denisa Casari al basso, Andrea Pivetta alla batteria, nata sulla scena pordenonese ma sempre più proiettata a livello internazionale, portreà il proprio swingin’blue party alla Prosciutteria Dok Dall’Ava, con un ospite molto speciale: il chitarrista Enrico Crivellaro, padovano trapiantato negli States dove ha una brillantissima carriera. Sarà della partita anche Mike Sponza, il bluesman triestino sulla cresta dell’onda. Al Buso Jimmy Joe, chitarrista molto quotato nei festival di settore, suonerà in duo acustico con Simon. Al caffè letterario suonerà Lorenzo Risi e un concerto è previsto anche al Caffè della Piazza.
Ma il coinvolgimento della città si spinge fino al quartiere di Villanova, grazie all’idea del pop artist e dj pordenonese Zellaby di gemellare la Festa in Piassa col Pordenone Blues Festival sotto la bandiera del Rock’n’Roll, con due giornate di musica anni ’50 e dintorni. Alle 20.30 dunque nell’area Skatepark del Centro Sportivo Comunale prenderà vita “American Graffiti”, serata musicale durante la quale dj Zellaby proporrà una scaletta musicale anni ’40 e ’50, dallo swing al rock’n’roll per tutti gli amanti del genere, che potranno anche scatenarsi sulla pista da ballo allestita per l’occasione e circondata da auto americane d’epoca. Si proseguirà il giorno dopo in piazza della Motta e nel Convento di san Francesco con It’s only rock’n roll! Bit I like it e Rock’n’roll party.
Rock'n'roll, swing, jazz, rockabilly, psychobilly, punk e garage. Sapientemente mescolati, con la giusta dose di soul, questo è il programma proposto dalla Rockin’out Orchestra all’Inchiostro (biblioteca civica) alle 21, nell’ambito del blues on the road, preceduta da aperitivo e dj set (19.30) a cura di Brit Box. Ogni concerto della Rockin’ Out Orchestra è infatti una vera e propria festa, grazie a cinque musicisti con una pluriennale esperienza live nel mondo del rock'n'roll, ma anche del blues, del jazz, rockabilly e psychobilly, punk e garage. Un inedito miscuglio, che rende originale ed esplosiva la reinterpretazione dei classici del rock’n’roll in performance dal vivo in cui l’imperativo per il pubblico è inequivocabilmente: ballare. Nello spettacolo c’è spazio anche per il sentimento: ne sa qualcosa chi ha già sentito la struggente interpretazione di brani come Fallin’ in love with you e Fever grazie alla indimenticabile voce di “Reverend Horton Oscar”, noto ormai al pubblico come “The Preacher”. La band è formata da: Oscar Marson (voce), Massimo Tonus (contrabasso), Livio Martinuzzi (chitarra, voce), Marco Del Ben (sax), Simone Tomasella (batteria)
Ha alle spalle più di 300 esibizioni dal 2002 a oggi in tutto il Triveneto e oltre, in numerosi locali, club, birrerie, piazze, festival, motoraduni, scooter raduni, cene di gala, feste e matrimoni. Ha già condiviso il palco con band di rilievo internazionale come Hormonauts, Marco di Maggio, Capitan Jive, Ivan Cattaneo e la rock'n'roll band americana Cari Lee and the Saddle Ites. Propone un mix di cover e di brani originali. Ingresso libero.

Nessun commento: