23 agosto 2011

CONTO ALLA ROVESCIA PER I PREMI LETTERARI A CORTINA

E’ tutto pronto a Cortina per la finale a sorpresa del Premio Cortina d’Ampezzo e del Premio della Montagna Cortina d’Ampezzo, il primo riconoscimento letterario intitolato alla Regina delle Dolomiti. I vincitori nelle due categorie, insieme al vincitore del Premio Internet Cortina d’Ampezzo (scelto dal popolo del web in un’appassionante gara online) saranno proclamati il prossimo giovedì 25 agosto 2011. La cerimonia di premiazione è fissata alle ore 18, all’Alexander Girardi Hall, la grande sala polifunzionale in località Pontechiesa.
Il Premio – presieduto da Vera Slepoj, psicologa e scrittrice, organizzato con il cortinese Francesco Chiamulera – vede all’opera due giurie di assoluta eccellenza, guidate da Gian Arturo Ferrari, Presidente del Centro per il Libro, e dello scrittore e giornalista Arrigo Petacco. I finalisti in gara? Donne, giovanissimi, esordienti, ma anche grandi talenti consolidati.
Per il Premio Cortina d’Ampezzo (migliore opera di narrativa nazionale), guidata da Ferrari, sono in finale le seguenti opere: Ferdinando Camon, La mia stirpe (Garzanti); Federica Manzon, Di fama e di sventura (Mondadori); Mariapia Veladiano, La vita accanto (Einaudi). “E’ una terzina che include due autrici giovani e donne”, commenta Gian Arturo Ferrari: “un gruppo molto equilibrato, tra scrittori che si affacciano per la prima volta alla propria carriera e uno scrittore molto noto e di esperienza, come Ferdinando Camon. Nel complesso, ritengo che la Giuria abbia scelto delle opere di grande valore”.
La Giuria è composta dal direttore di Videonews Claudio Brachino, la scrittrice e critica letteraria Nadia Fusini, il direttore di Intelligence in Lifestyle Walter Mariotti, il filosofo Giacomo Marramao, Mario Mele, fondatore e azionista di riferimento della Mario Mele & Partners, il direttore di Style Carlo Montanaro, il Presidente di Salmoiraghi & Viganò Dino Tabacchi, Alberto Sinigaglia del quotidiano La Stampa, il rettore dell’Università di Padova Giuseppe Zaccaria, il vicepresidente della Casa Vinicola Zonin Francesco Zonin,
La Giuria del Premio della Montagna – migliore opera di narrativa o di altro genere che abbia a tema o che si ispiri alla Montagna –, guidata da Petacco, ha selezionato le seguenti opere: Umberto Matino, L’ultima Anguàna (Foschi), Gino Nebiolo, Soldati e spie (Cairo), Francesco Vidotto, Siro (Minerva).
La Giuria è composta dal direttore di Airone e Natural Style Andrea Biavardi, Gianfrancesco Demenego e Angela Alberti per il Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, Giovanna Martinolli, Assessore alla Cultura del Comune di Cortina, la scrittrice Milena Milani, Giuliano Pisani, già Assessore alla Cultura del Comune di Padova, l’editorialista del Corriere delle Alpi Ennio Rossignoli, la Famiglia Sovilla, la storica animatrice della cultura a Cortina Clelia Tabacchi Sabella, Marina Valensise del Foglio, Marino Zorzato, Assessore alla Cultura e Vicepresidente della Regione del Veneto.
Con il Premio Internet Cortina d’Ampezzo, invece, è direttamente il popolo del web a scegliere la propria opera preferita, attraverso una libera votazione (conclusa il 20 agosto).

Nessun commento: