8 agosto 2011

LA FIABA DI RAPERONZOLO

L'Estate in Città a Pordenone va avanti a pieno regime. Alle 17 la Galleria d’arte moderna e contemporanea – Parco ospita il laboratorio sperimentale per ragazzi (dai 6 ai 13 anni) a cura di Eupolis “Da villa di famiglia a galleria”, per imparare come una villa di famiglia si è trasformata in uno scrigno di saperi, un luogo dove si intrecciano storia, cultura e arte.
“Raperonzolo” della compagnia perugina Tieffeu sarà in scena alle 21 nel Parco di San Valentino, in cartellone per la rassegna “Il teatro: c’era una volta…”, realizzata da Ortoteatro con il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia e Comune di Pordenone.
Lo spettacolo ripropone in versione integrale la nota fiaba dei Fratelli Grimm, protagonista una fanciulla dai lunghissimi capelli chiusa in una torre, riportata in luce grazie all’uscita dell’omonimo film di animazione prodotto dalla Walt Disney, per far conoscere la fiaba nella sua scrittura originale, al di fuori di arbitrarie e discutibili manipolazioni ma soprattutto farla apprezzare attraverso una messa in scena tipica del teatro delle marionette.
Lo spettacolo è allestito in una ambientazione scenografica di pregio, con una macchinistica complessa e con artistiche marionette da tavolo: delle vere e proprie sculture meccaniche, che, pur utilizzando tecniche innovative di manipolazione sono state costruite a seguito di uno studio di tipologie settecentesche. Si combinano così apparati moderni, anche con uso particolare delle luci, con il recupero dell’artisticità delle forme antiche.
Gli ingredienti della fiaba vengono presentati con tutto il loro fascino e la loro portata pedagogica, accentuandone i suoi significati evidenti nello sviluppo del susseguirsi delle scene.
Lo spettacolo è a ingresso gratuito e si terrà in caso di pioggia all’Auditorium Concordia.
L’appuntamento per visitare Pordenone di notte, tra chiacchiere e cronache d’altri tempi raccontate sottovoce, è alle 21 sotto la Loggia del Municipio. La visita guidata è a cura di Itineraria.
Alle 21, nel Castello di Torre parte il suggestivo percorso per tutti, per visitare il museo archeologico al buio, muniti solo di pile.
Alle 21 nel Chiostro della Biblioteca Civica prosegue il ciclo teatrale del Teatro della Sabbia dedicato al romanzo Palomar di Italo Calvino, autore sul quale la compagnia pordenonese da anni concentra le proprie sperimentazioni sceniche e drammaturgiche. Protagonista del progetto, che si articola in tre spettacoli tutti al lunedì, è lo “sguardo” come specchio del mondo, con l’occhio di Palomar rivolto al paesaggio fuori e dentro di lui, alla ricerca di un’armonia forse impossibile. Questa seconda tappa si si focalizza su “Palomar sul terrazzo - Palomar fa la spesa - Palomar allo zoo”. Gli interpreti Caterina Comingio e Vincenzo Muriano saranno affiancati per la parte musicale da Scatola Sonora. Ingresso libero. In caso di maltempo si in Saletta Conferenze.
Il coloratissimo Rio, film d’animazione ambientato in Brasile, è il protagonista di cinema sotto le Stelle in piazzetta Calderari alle 21 (aula magna in caso di maltempo).

Nessun commento: