18 agosto 2011

MORTO CLAUDIO CASTIGLIONI, PATRON DELLA MOTO CAGIVA

È morto Claudio Castiglioni, patron della Moto Cagiva , marchio fondato nel 1950 da Giovanni Castiglioni a Varese. L’anno scorso insieme al figlio che porta il nome del nonno paterno aveva riacquistato anche MvAgusta fino a quel momento controllata da Harley Davidson. «Le moto sono oggetti che fanno sognare. Hanno colori e suoni diversi, hanno forme che rivelano l’ispirazione di chi le ha concepite. A volte queste creazioni sono autentici oggetti d’arte motoristica che
trasformano il progettista in artista», amava ripetere. Da parecchio tempo era malato, ma questo non gli ha impedito di seguire, seppur per interposta persona, le sorti della storica casa motociclistica che dopo momenti difficili aveva ripreso straordinario lancio soprattutto grazie all’ideazione di nuovi modelli come Brutale e F4. Tra i modelli più conosciuti di Cagiva spiccano Alazzurra, la cruiser, la Gran Canyon, Navigator, Roadster, SXT e Super City che hanno tracciato la storia della produzione del marchio varesino. Attualmente sono in produzione la Cagiva Mito e la Cagiva Raptor. Una delle ultime apparizioni di Claudio Castiglioni risale alla
presentazione della F3 Serie Oro nel corso della quale aveva anche presentato il suo centro Ricerche Castiglioni.
Cagiva nasce da CAstiglioni GIovanni VArese. Dopo aver fatto la storia del motociclismo italiano,a metà Anni ’90 acquisì altri prestigiosi marchi italiani di settore come Ducati, Moto Morini e Husqvarna. Sotto la nuova proprietà, nacquero i modelli Ducati Monster e la 916. Nel 200 Husqvarna fu ceduta a Bmw mentre MvAgusta a Harley Davidson per far fronte a difficoltà
economiche e di mercato, poi brillantemente superate. Cagiva è entrata nelle competizioni Motocross, vincendo il titolo piloti con Pekka Vehkonen e Dave Strijbos, il titolo costruttori per tre anni (1985, 1986 e 1987). Nel motomondiale dal 1980 al 1994, ha vinto nel 1992 il Gran Premio in Ungheria con il pilota Eddie Lawson. Al motomondiale ha sempre messo in pista motori potentissimi ma con moto robuste nella loro snellezza.

Nessun commento: